Carta dei diritti dei risparmiatori by AdviseOnly

In AdviseOnly siamo convinti che ogni investitore abbia diritto a trovare trasparenza, accessibilità e comprensibilità quando si interfaccia con operatori finanziari come banche, Sgr o consulenti. In Italia, però, questi principi vengono ancora largamente disattesi e la recente vicenda delle obbligazioni bancarie ne è una chiara dimostrazione.

diritti-risparmiatori-adviseonly

Se la vostra banca, il vostro promotore finanziario, il vostro consulente finanziario non rispetta questi diritti elementari, c’è qualcosa che non va. Approfondite, chiedete spiegazioni, pretendete chiarezza.

Ecco allora la carta dei diritti dei risparmiatori elaborata da AdviseOnly, da tenere a mente ogni volta che vi apprestate a comprare un prodotto finanziario.

Clicca su ogni singolo diritto e scopri di più.

Hai diritto di sapere dove, come e in che cosa stai investendo: l’asset allocation (cioè la ripartizione degli investimenti per esempio in azioni e obbligazioni, area geografica e valute), i meccanismi che portano a produrre utili o perdite e le caratteristiche giuridiche cruciali – come la subordinazione delle obbligazioni bancarie, per citare un argomento molto in voga in questi giorni.
I rendiconti, cioè i documenti in cui è riassunto l’andamento dei propri investimenti in un determinato periodo, devono fornire tutte le informazioni rilevanti sulla storia dei vostri risparmi, esponendole in modo chiaro e comprensibile a qualsiasi risparmiatore. Non solo: i rendiconti devono essere facilmente accessibili e per questo è bene che siano disponibili anche in versione digitale.
Deve essere chiaro quali rischi correte e che cosa può accadere ai vostri risparmi se le cose vanno male. Il rischio deve essere quantificato in modo comprensibile a chiunque. La domanda “Quanto posso perdere e perché?” deve avere risposte trasparenti (clicca per approfondire).
Deve essere possibile smobilizzare gli investimenti in modo rapido e senza costi aggiuntivi. Se gli investimenti non sono liquidi, deve essere chiaramente detto perché e quali sono le potenziali conseguenze sul risultato finale. Per esempio, se un’obbligazione bancaria non è quotata e non ha mercato, deve essere detto esplicitamente (clicca per approfondire).
I costi devono essere espressi senza ambiguità. Deve essere chiaro sia il totale dei costi, sia la loro composizione – cioè chi e che cosa viene remunerato – evidenziando i conflitti d’interesse tra il risparmiatore e chi gli vende i prodotti d’investimento. I costi sono l’elemento più “misurabile” degli investimenti e hanno una grande incidenza sul risultato finale, quindi devono essere trasparenti (clicca per approfondire).
Spesso chi vuole farvi fare un determinato investimento ha un interesse in conflitto con il vostro: deve dirvelo chiaramente. Il conflitto d’interesse tra risparmiatori e reti bancarie e di promotori costa ai risparmiatori italiani circa l’1,5% del PIL all’anno (clicca per approfondire).
Tutti dovrebbero avere accesso a servizi di consulenza finanziaria ai propri investimenti, anche senza possedere un conto milionario: grazie alla tecnologia oggi questo è possibile a costi contenuti, quindi pretendetelo (clicca per approfondire).
I prodotti d’investimento disponibili sul mercato sono moltissimi: è importante poter ricevere indicazioni mirate che permettano di trovare soluzioni coerenti con i propri obiettivi, profilo ed esigenze (clicca per approfondire).
Per ogni obiettivo d’investimento devono essere offerte diverse soluzioni, visto che il panorama dei prodotti d’investimento è ampissimo: le principali differenze devono essere chiaramente evidenziate, in particolare i costi e i rischi associati all’investimento.
Il mero atto di acquisto e vendita di uno strumento finanziario deve poter avvenire a costi molto bassi. Questo perché la tecnologia ha ridotto sensibilmente la distanza tra il risparmiatore e il mercato. Migliaia di prodotti di largo consumo sono venduti e acquistati su Amazon a costi economici: non ci sono ragioni per cui non si possa fare lo stesso con i prodotti finanziari (clicca per approfondire).

 

Se nella tua esperienza qualcuno di questi diritti ti è stato negato, raccontaci la storia: condividerla con la nostra Community potrebbe essere d’aiuto ad altri risparmiatori che si trovano in una situazione simile. Scrivici a adviseonly@adviseonly.com.

 


Sul sito AdviseOnly potete misurare quotidianamente e in modo gratuito il rischio di ogni strumento finanziario (insieme all’andamento del prezzo e della liquidità) e di ogni portafoglio di investimento che vorrete creare. La consapevolezza dell’investitore è importantissima perché, come ripetiamo spesso, un risparmiatore che impara a conoscere gli strumenti finanziari impara a evitare problemi.

Cosa aspetti?

Iscriviti gratuitamente ad AdviseOnly!