a
a
HomeBRAND CORNERInvestire tenendo conto dell’imprevedibilità del cambio: si può?

Investire tenendo conto dell’imprevedibilità del cambio: si può?

Investire anche al di fuori del proprio mercato domestico può essere una buona idea perché consente di diversificare i rischi e cogliere nuove opportunità. Per non esporsi al rischio di cambio, esistono gli ETF con copertura valutaria. Scopriamo di cosa si tratta.

Allargare i propri orizzonti

Sebbene sia vero che nessun posto è confortevole come la propria casa, nell’ambito degli investimenti può convenire essere cittadini del mondo. Almeno questo è quanto dimostrano le ricerche condotte sul fenomeno detto home bias, vale a dire l’eccessivo affidamento degli investitori sui titoli del proprio mercato domestico. I portafogli che presentano un chiaro home bias quasi sempre sottoperformano quelli geograficamente diversificati.

I pericoli dell’home bias sono molti: tra questi figura l’esposizione eccessiva degli investitori ai cicli economici del mercato locale. Molti titoli segnano un rialzo quando la situazione macroeconomica interna migliora, e accusano invece perdite in caso di deterioramento dell’economia nazionale. L’eccessiva concentrazione sul mercato interno fa inoltre perdere altre opportunità, come quelle offerte da condizioni economiche favorevoli altrove o dall’accesso a un più ampio universo di titoli (e dunque a un maggiore ventaglio di possibilità).

Non è difficile capire perché: la concentrazione su un unico mercato, interno o estero, aumenta i rischi. Un più alto grado di diversificazione di portafoglio a orientamento globale consente una maggiore ripartizione, e dunque una riduzione complessiva del rischio. Ecco perché nel mercato globalizzato di oggi, in cui è divenuto estremamente facile investire in paesi stranieri, gli investitori ampliano sempre più la propria esposizione estera.

I rischi e le opportunità di investire all’estero

Gli investitori che cercano opportunità d’investimento all’estero possono sfruttare cicli economici positivi in altre regioni del globo, possibilmente mitigando gli effetti di un rallentamento congiunturale in patria; essi accedono inoltre a un universo d’investimento molto più ampio e dunque a nuove opportunità, e aumentando la diversificazione riducono anche il rischio.

Tuttavia, un’asset allocation globale espone inevitabilmente gli investitori al rischio valutario, che può essere un vero incubo.

In un contesto di bassi tassi d’interesse, e soprattutto tenendo conto delle elevate probabilità di uno scenario di tassi più bassi e più a lungo”, questo rischio può essere notevole. In un tale scenario infatti, i movimenti valutari possono avere un impatto significativo, se non addirittura decisivo, sulla performance complessiva dei portafogli.

Come possono gli investitori usufruire dei vantaggi della diversificazione globale evitando al contempo di esporsi ai rischi valutari eccessivi?

La copertura valutaria

Coprendo l’esposizione valutaria delle proprie transazioni, gli investitori possono neutralizzare l’impatto delle variazioni dei cambi sulle loro posizioni. Questo significa non accusare perdite quando le valute hanno un andamento sfavorevole (e non registrano guadagni in caso di evoluzione positiva dei cambi).

Le operazioni di copertura possono essere complesse, ma grazie agli ETF currency-hedged gli investitori in indici possono godere dei vantaggi in modo molto semplice. Un ETF currency-hedged non è altro che un regolare ETF che incorpora una copertura valutaria. Investendo in tali strumenti è come se gli investitori ottenessero un’esposizione a mercati esteri nella propria valuta di riferimento. Il rischio di perdite su cambi è eliminato.

Inoltre, grazie agli ETF currency-hedged azionari, obbligazionari, su materie prime e su altre asset class, oggi gli investitori in indici sono liberi di creare un portafoglio davvero globale, diversificato e liquido senza doversi preoccupare del futuro andamento dei mercati valutari.

[accordion title=”Scoprite gli Etf currency-hedged quotati nella gamma prodotti di UBS ETF”]

 Nome  Asset Class  Codice ISIN
UBS ETF (IE) MSCI ACWI hedged EUR SF UCITS ETF AZIONARIO GLOBALE IE00BYM11K57
UBS ETF (LU) MSCI United Kingdom hedged EUR UCITS ETF AZIONARIO EUROPA LU0950671239
UBS ETF (LU) MSCI Switzerland hedged EUR UCITS ETF AZIONARIO EUROPA LU0977260941
UBS ETF (IE) MSCI USA hedged EUR UCITS ETF AZIONARIO NORD AMERICA IE00BD4TYG73
UBS ETF (LU) MSCI Japan hedged EUR UCITS ETF AZIONARIO ASIA PACIFICO LU0950672476
UBS ETF (IE) Factor MSCI USA Low Volatility hedged EUR UCITS ETF AZIONARIO ALTERNATIVE BETA IE00BWT3KJ20
UBS ETF (IE) Factor MSCI USA Quality hedged EUR UCITS ETF AZIONARIO ALTERNATIVE BETA IE00BWT3KN65
UBS ETF (LU) MSCI USA Socially Responsible hedged EUR UCITS ETF AZIONARIO SOCIALM. RESP. LU1280303014
UBS ETF (LU) MSCI Japan Socially Responsible hedged EUR UCITS ETF AZIONARIO SOCIALM. RESP. LU1273488715
UBS ETF (LU) Barclays US Treasury 1-3 hedged EUR UCITS ETF OBBLIGAZIONARIO GOV. USA LU1324510525
UBS ETF (LU) Barclays US Treasury 10+ hedged EUR UCITS ETF OBBLIGAZIONARIO GOV. USA LU1459800113
UBS ETF (LU) Barclays TIPS 1-10 hedged EUR UCITS ETF INFLATION LINKED LU1459801780
UBS ETF (LU) Barclays US Liquid Corporates hedged EUR UCITS ETF OBBLIGAZIONARIO CORPORATE USD LU1048317025
UBS ETF (LU) Barclays US Liquid Corporates 1-5 hedged EUR UCITS ETF OBBLIGAZIONARIO CORPORATE USD LU1048315243
UBS ETF (LU) Barclays US Liquid Corporates interest rate hedged UCITS ETF INTEREST RATE HEDGED LU1371467116
[/accordion]

Vuoi saperne di più?

Scritto da

UBS ETF ha un lungo track record nella gestione di soluzioni indicizzate per i propri clienti. Nel 2001 UBS ha lanciato il primo ETF. Oggi UBS ETF propone un’ampia gamma di ETF su indici azionari, obbligazionari e alternativi quotati sulle principali Borse europee. Presente dal 2013 in Italia con un team dedicato di 3 persone, in Europa UBS ETF gestisce patrimoni per circa 48 miliardi di Euro e rappresenta il quarto operatore nel mercato degli ETF (Fonte: ETFGI, 28 Settembre 2018) con 85 prodotti quotati presso Borsa Italiana. UBS ETF fa parte di UBS Asset Management che è una delle principali società di gestione a livello mondiale, con un patrimonio in gestione di 700 miliardi di euro (al 30.06.2018), di cui oltre 280 miliardi di euro in gestioni passive. Per maggiori informazioni www.ubs.com/etf.

Nessun commento

lascia un commento

UBS

Le informazioni contenute nello spazio BrandCorner sponsored by UBS hanno solo uno scopo informativo, non costituiscono e non possono essere interpretate come un invito, un’offerta o una raccomandazione ad acquistare o collocare investimenti di alcun genere o ad effettuare un investimento o un disinvestimento, ovvero un consiglio o una raccomandazione di natura legale, fiscale o di altra natura. Il BrandCorner sponsored by UBS è predisposto senza riferimento ad obiettivi d’investimento specifici o futuri, né alla situazione finanziaria o fiscale, profilo di rischio o esperienze e conoscenze né tantomeno alle speciali esigenze di specifici destinatari.
Prima di prendere qualsiasi decisione in materia di investimenti si raccomanda di leggere attentamente il Prospetto Informativo e di chiedere in proposito una consulenza specifica e professionale.