a
a
HomeCAPIRE LA FINANZAABC FINANZALe scelte di Elena rischiano di portarla fuori strada: serve l’aiuto di un consulente finanziario

Le scelte di Elena rischiano di portarla fuori strada: serve l’aiuto di un consulente finanziario

Elena Testa si lascia prendere dall’ansia e perde di vista gli obiettivi di lungo termine del suo investimento. Non sapendo come uscirne, si rivolge a un esperto. Ecco cosa le suggerisce.


Vi ricordate di Elena Testa, lanciata anima e corpo nel suo progetto di cambiare vita e aprire un agriturismo in Toscana? L’avevamo lasciata alla ricerca della location perfetta, fiduciosa che il suo investimento fai da te, che aveva deciso di concentrare su due singoli titoli azionari ritenuti affidabilissimi, le avrebbe procurato nel giro di due anni il capitale necessario per iniziare la sua avventura.

Un anno dopo…

Ebbene, è passato un  anno, ma le cose non stanno andando come Elena aveva sperato. Tanto per cominciare, il suo investimento non è sufficientemente diversificato e, soprattutto, non è adatto al suo profilo: essendo una persona tendenzialmente ansiosa, un investimento al 100% azionario, e per di più in due soli titoli, le ha creato più di qualche problema a livello emotivo.

Tanto che qualche mese fa ha deciso di liquidare tutte le posizioni su uno dei due titoli, lasciandosi travolgere dal panico per le perdite registrate a seguito di uno scandalo che ha coinvolto la società in questione. Una scelta avventata, che ha compromesso l’obiettivo di lungo termine del suo investimento.

Inoltre Elena ha peccato, almeno inizialmente, di eccessivo ottimismo, una trappola cognitiva molto comune: ha sopravvalutato le probabilità di successo, senza dare il giusto peso ai potenziali rischi.

Tradotto in termini finanziari, ha avuto troppa fiducia nei guadagni attesi senza curarsi della possibilità di incorrere in una perdita, possibilità che si è puntualmente verificata. Anche perché – lo sappiamo – su archi di tempo brevi i mercati finanziari a volte salgono, ma a volte scendono.

Il risultato è che dopo neanche un anno Elena ha disinvestito la metà dei suoi risparmi e il patrimonio da destinare all’avvio dell’agriturismo in Toscana non solo non è cresciuto, ma si è ristretto del 5%.

Che fare?

Elena sente di non aver fatto passi avanti, anzi. Capisce di dover assolutamente cambiare strategia. È giunto il momento di chiedere aiuto. Decide così di richiamare il consulente finanziario che l’aveva contattata tempo fa, per avere qualche dritta in più su come investire i propri risparmi.

Il consulente le suggerisce innanzitutto di investire sì in modo da far crescere il capitale, ma con meno rischi: meglio lasciar perdere i singoli titoli azionari e orientarsi invece sui fondi comuni, che al loro interno sono già diversificati e non sono quindi soggetti agli elevati rischi specifici legati alle sorti di singole aziende, come ha sperimentato sulla sua pelle.

Consigli preziosi

Elena distribuisce quindi circa due terzi dei suoi risparmi su un’asset allocation molto equilibrata, con un mix di investimenti azionari e obbligazionari, relativi a più aree geografiche e temi d’investimento, e con un orizzonte temporale un po’ più lungo.

Il resto del denaro sarà mantenuto su investimenti a breve termine, molto liquidi, in modo da poter sostenere senza problemi le spese iniziali. I lavori comunque non verranno pagati subito interamente, ma ci sarà una fase progettuale.

Tra l’altro il casale dove prenderà forma il Bed and Breakfast è strutturato in diversi edifici: potrà iniziare a funzionare anche prima di essere completamente finito, e il reddito prodotto potrà essere impiegato per finanziare il resto dei lavori. Elena è al settimo cielo: si è rimessa in carreggiata ed entro un anno potrà finalmente accogliere i primi clienti.


Aumenta la tua intelligenza di investitore

Con guide, video e un test interattivo, incomeIQ rende più consapevoli i risparmiatori dell’importanza di pianificare e investire per la vita.
Scritto da

Fondato nel 1804, quotato alla Borsa di Londra dal 1959 e parte dell'indice FTSE 100, Schroders è uno dei principali gruppi finanziari globali, che ha fatto della gestione di capitali la propria esclusiva attività. Si distingue per indipendenza, stabilità degli assetti proprietari e solidità dei bilanci. La capacità di puntare lontano e anticipare i trend d’investimento ne caratterizza la storia da oltre due secoli: con approccio rigoroso e illuminato la società mira alle migliori opportunità in tutto il mondo, osservando i mercati internazionali e locali da una prospettiva privilegiata. Questo le ha permesso di superare con successo i periodi economici sfavorevoli e di crescere fino a diventare uno dei leader mondiali del settore.

Nessun commento

lascia un commento

Schroder Investment Management

Esclusione di garanzia e limitazione di responsabilità

A giudizio di Schroder Investment Management (Luxembourg) S.A. le informazioni fornite in questo sito sono accurate alla data della pubblicazione. Tuttavia la società, le sue consociate, gli amministratori ed i dipendenti di Schroders o delle sue consociate non prestano alcuna garanzia di esattezza delle medesime. Conseguentemente non potranno essere tenute responsabili per eventuali errori od omissioni nelle informazioni fornite.

Riservatezza
Schroder Investment Management (Luxembourg) S.A. pone la massima cura nel salvaguardare la riservatezza di qualsiasi informazione personale che le viene fornita tramite questo sito. Il nostro sito web non riconosce il vostro nome di dominio o il vostro indirizzo di posta elettronica, ma soltanto il paese di residenza da voi indicato.