a
a
HomeCAPIRE LA FINANZAFINANZA PERSONALERischio liquidità per i risparmiatori: quello che la vostra banca non vi dirà mai

Rischio liquidità per i risparmiatori: quello che la vostra banca non vi dirà mai

Aggiornato il 24/03/2017

Se la risposta è “No, mai sentito prima”, sappiate che non è un fatto casuale: non ve ne hanno parlato perché a qualcuno va bene così. Approfondiamo, a partire da una situazione reale, questo semplice quanto fondamentale concetto finanziario.

Ho comprato un’obbligazione bancaria…

La vostra banca vi ha convinto ad acquistare un’obbligazione bancaria che rende all’incirca come un BTP, un titolo di Stato (che fino a prova contraria è più sicuro). Ma voi non ci avete fatto caso, siete clienti da vent’anni e vi fidate. Per la banca è essenziale che voi compriate quelle obbligazioni: sono una fondamentale fonte di finanziamento. La banca però tace sul fatto che, una volta in circolazione, queste obbligazioni di norma non hanno un gran mercato: se decidete di venderle, l’unico potenziale compratore è proprio lei, la vostra banca. La quale, ovviamente, può dettare le condizioni.

Ora vorrei venderla…

Passa il tempo e capita un imprevisto: avete bisogno di un po’ di soldi e pensate quindi di vendere l’obbligazione. Andate allo sportello e vi dicono a che prezzo la ricomprano: vi pare stranamente bassissimo. Allora chiedete spiegazioni e vi rispondono che lo spread denaro-lettera – la differenza tra prezzo a cui potete acquistare (lettera) e il prezzo a cui potete vendere (denaro) in un dato istante – è quello, che vi piaccia o no: qualche punto percentuale. Una specie di penale non scritta. E allora dovete decidere tra liquidare l’obbligazione, sopportando un costo di vendita spropositato, e lasciare i soldi alla banca, arrangiandovi in qualche altro modo.

Colpa del rischio di liquidità

Quale che sia la vostra scelta, vi siete appena scontrati con il rischio di liquidità: il rischio cioè di non riuscire a operare sul mercato, se non a condizioni molto svantaggiose per voi, cioè a prezzi bassi se vendete e alti se comprate. Fino ad arrivare al caso estremo in cui l’operazione non è possibile in tempi brevi, nemmeno a condizioni svantaggiose, ma occorrono giorni, a volte settimane o addirittura mesi.

L’esempio riportato non è neanche la situazione più grave nella quale un risparmiatore possa imbattersi: nei mesi scorsi vi sono stati estremi atti di difesa di alcune banche che hanno impedito ai loro operatori di riacquistare obbligazioni bancarie dalla clientela privata, a meno che non ci fosse un esplicito impegno contrattuale a fare da market maker, cioè a tenere vivo il mercato degli scambi per un determinato titolo.


Se volete leggere qualcosa in più sulle obbligazioni bancarie suggerisco due post sul nostro blog: che cosa sono le obbligazioni e come funzionano: I parte e II parte.


Se è difficile la vita per chi possiede obbligazioni bancarie, non parliamo dei titoli strutturati: in molti casi il mercato praticamente non esiste e lo spread denaro-lettera può salire a diversi punti percentuali. Come dire: vendi e perdi.

Le banche hanno spolpato l’industria italiana dei fondi comuni sostituendo gradualmente l’offerta di fondi comuni con l’emissione di obbligazioni bancarie e titoli strutturati dalle clausole incomprensibili, dietro le quali ben si mimetizzano generose commissioni. In questo modo l’industria bancaria ha spostato i risparmi delle famiglie dal mondo del risparmio gestito ai bilanci delle banche, che hanno potuto finanziarsi a buone condizioni anche se il mercato istituzionale si era per loro prosciugato. La “locusta bancaria” ha poi completato l’opera ostacolando l’uscita ai risparmi degli italiani con una gabbia di illiquidità, che rende svantaggiosa la vendita delle obbligazioni e degli strutturati.

Ora capite perché in banca si parla poco della liquidità degli investimenti (e vi propongono sempre obbligazioni bancarie e strutturati)?

Non solo obbligazioni bancarie

Attenzione però, il rischio di liquidità può toccare anche altri strumenti finanziari, sebbene in misura minore. Nella mia esperienza di gestore di fondi comuni, ho sbattuto il muso contro il rischio liquidità anche con ETF ed ETC, azioni e titoli di Stato. Per esempio, all’apice della crisi di Lehman Brothers decisi di vendere un BTP con scadenza inferiore a 2 anni. La frase di un broker ben sintetizza quel momento:

Mi spiace, non possiamo comprarlo; se sento di qualche altro cliente che vuole comprare ti chiamo”.

Mai più sentito. Facendo il giro telefonico di alcuni broker di mia conoscenza, alla fine riuscii a vendere il titolo, ma ad un prezzo molto più basso del suo reale valore. Attenzione: si trattava di un BTP, non di un titolo governativo del Kenya (con rispetto parlando) – la crisi del debito sovrano era ancora lontana dall’immaginario collettivo e i BTP erano considerati sicuri.

Anche i depositi bancari, in teoria liquidissimi, spesso presentano rendimenti interessanti solo a patto di accettare vincoli di tempo che, nei fatti, limitano la liquidità.

Invece, il rischio di liquidità non riguarda, se non in modo molto indiretto, fondi comuni e Sicav, sui quali si opera al valore di quota (NAV) del giorno, senza spread denaro-lettera e non c’è uno specifico costo legato alla compravendita. Tuttavia, talvolta, il cliente incappa in commissioni di ingresso/uscita veramente onerose.

Quando si riduce la liquidità?

La liquidità si riduce in modo generalizzato quando sui mercati finanziari c’è grande incertezza e pessimismo. In simili casi i prezzi dei titoli scendono (rischio di mercato), si inizia a parlare di fallimenti (rischio di credito) e cresce anche il rischio di liquidità, che sembra nutrirsi degli altri tipi di rischio, provocando pericoloso effetto domino che molti risparmiatori hanno imparato a conoscere a proprie spese negli ultimi tempi. Pertanto, se un investitore decide di vendere uno strumento finanziario il cui prezzo è sceso per effetto del mercato, può rimetterci ulteriormente a causa della scarsa liquidità.

Advise Only - consulenza finanziaria

Come verificare la liquidità?

Per noi di AdviseOnly il rischio liquidità è un concetto fondamentale, ormai lo ripetiamo da anni su questo blog. Ecco perché consigliamo ai nostri clienti strumenti finanziari quanto più liquidi possibile (a parità di altre condizioni).

Per aiutare i nostri utenti registrati al sito abbiamo messo a punto un semplice indicatore per misurare la liquidità degli strumenti finanziari e quindi di un intero portafoglio: l’abbiamo chiamato semplicemente Liquidità e, insieme al Rischio e alla Performance, è uno dei tre pilastri fondamentali per “inquadrare” un portafoglio d’investimento.

Per ogni tipo di strumento finanziario (cioè obbligazioni, ETF, azioni, ecc.) consideriamo alcuni fattori importanti che sfuggono al risparmiatore ma che il nostro indicatore condensa in un’unica misurazione. Ad esempio, per un ETF analizziamo la massa gestita, gli spread denaro-lettera, i volumi e la continuità degli scambi in Borsa, il fatto che sia a replica fisica oppure no ed altri fattori rilevanti. Per le obbligazioni, oltre a fattori già citati, valutiamo la dimensione e l’età dell’emissione, la tipologia di emittente e via dicendo. Consideriamo, inoltre, sia i fattori legati alla liquidità ordinaria – quella delle giornate “tranquille” – sia i fattori che possono influenzare la liquidità in condizioni di estrema turbolenza dei mercati.

L’indice muta nel tempo al variare degli elementi che lo determinano. I fattori da valutare sono tanti, ma noi li mediamo e alla fine otteniamo un unico punteggio che va da 0 (liquidità inesistente) a 100 (massima liquidità). L’indicatore è disponibile sia a livello di singolo strumento, sia a livello di portafoglio.

Il nostro indice ovviamente non è infallibile, ma può offrire un valido aiuto ai risparmiatori. Ci ispiriamo a Google: così come il motore di ricerca affina continuamente l’algoritmo per rendere sempre più efficaci le ricerche degli utenti, anche noi abbiamo un cantiere sempre aperto per migliorare continuamente sia l’indicatore, sia la copertura in termini di strumenti finanziari, ampliando gradualmente la base dati in funzione delle esigenze dei nostri utenti.

 


Scritto da

Uno dei fondatori di AdviseOnly, responsabile del Financial & Data Analysis Group. Esperto di finanza e gestione dei rischi, statistico Bayesiano, lunga esperienza in Allianz Asset Management, è laureato in scienze economiche con indirizzo quantitativo-statistico all'Università di Torino. Docente di Quantitative Portfolio Management al Master in Finance dell'Università di Torino, ha pubblicato vari articoli su riviste finanziarie (fra le altre: Journal of Asset Management, Economic Notes, Risk), contribuendo a libri su investimenti e gestione dei rischi. Ex-triathleta, s'ostina a praticare apnea, immersioni e skyrunning.

Ultimi commenti
  • Avatar

    Per me il prestito tra privato non è mai esistito. Ma a forza di intendere

    parlare di alcuni prestatori che mi sembravano seri sui forum e blog la mia

    scelta mi sono diretto verso Pancras Pedrino di cui molto parla e dopo

    averlo contattato, ne hanno fatto uscire la testa alta poiché mi ha

    conceduto senza preoccupazioni i fondi che gli sono chiesto. vi consiglio

    di fare la buona scelta per non cadere sui falsi del netto. Grazie a tutti

    coloro che dimostrano lui; è un riferimento. potete senza timore

    contattarlo sul suo e-mail:franciscapedrino@gmail.com

  • Avatar

    vorrò condividere la mia gioia con voi. Essendo stato più volte fregato ho perso speranza poiché che vuole un prestito di 200.000 euro, ma io hanno inteso parlato del sig. Gerado. All’inizio ero un po’che diffida ma dopo le diverse procedure rassicurate per noi due io hanno finito per avere il prestito chiesto sul mio conto 72 ore dopo la mia domanda di prestito, e questo ad un tasso di 2%. Volete prendere contatto con lui se voi avete bisogno di un prestito presso una persona onesta e serietà contattate per avere una soluzione ha i vostri problemi finanziari, ecco il suo indirizzo posta elettronica: geraldosfilispos@outlook.fr

    adelina

  • Avatar

    Daniella Duplet Témoignage di un credito immobiliare ricevuto presso una signora seria

    Potete credere alle diverse prove che riguardano il sig. geraldo poiché dopo averlo contattato tramite un membro di questo forum, io hanno potuto beneficiato di un credito di 600.000€ ad un tasso d’interesse ragionevole del 2%. Se avete sempre bisogno di un prestito, potete già presentargli le vostre domande all’indirizzo: geraldosfilispos@outlook.fr. Per evitare le storie di frode. E non dimentico anche di notificare la mia gratitudine a quello che mi ha raccomandato questo sig.

  • Avatar

    Grande grazie a te Geraldospour avermiparlato del sig. Romann. È realmente la messia come la hai così bene detta. Mi ha servito meno ne 72h un prestito di 40.000 euro. Non perdete più anche il tempo poiché è pronto ad aiutare chiunque. Riceve i suoi clienti sulla mail qui di seguito: geraldosfilispos@outlook.fr

    ECCO QUESTE COORDINATE PER PRENDERE CONTATTANO CON LUI:

    POSTA ELETTRONICA: geraldosfilispos@outlook.fr

  • Avatar

    prova di Daniela

    Buongiorno ho trovato il sorriso è grazie al questo sig. DAVID BUSQUET, che ho ricevuto un prestito di 200.000€ ed uno del mio collega ha anche ricevuto prestiti di questo signore senza alcuna difficoltà. Li consiglio più voi non fuorviate persone né di cammino se volete effettivamente

    fare una domanda di prestito di denaro per il vostro progetto e qualsiasi altro. Pubblico questo messaggio perché il sig. DAVID BUSQUET, mi ha fatto bene con questo prestito; li giuro io sono proprietario di un negozio. Allora vi consiglio di contattarlo e li soddisfarà per tutti i servizi che gli chiederete. Ecco il suo indirizzo elettronico: davidbusquet05@gmail.com

  • Avatar

    Ciao a tutti. È per prevenirli che la maggioranza dei prestatori di denaro è truffatori per la maggior parte. Vi dico perché lo ho vissuto. Lo hanno fuorviato più volte. Non credevo realmente più nella parola dei prestatori falsi prima che incroci il cammino della signora CINZIA Milani. mi ha conceduto il mio prestito di denaro di 45.000€ in meno di una settimana. Una somma che devo lui rimborsato entro 5 anni con un tasso di 2,5%. Grazie a lui ho potuto aumentare il mio piccolo commercio e gli sono étrenellement riconoscente per quella. Allora vegliate scrivergli al suo indirizzo qui di seguito se avete bisogno di prestito di denaro. Posso testimoniare che esistono ancora veri prestatori che hanno voglia di aiutare. Non esitate a contattarlo. È molto comprensivo. Posta elettronica: cinziamilani62@gmail.com

  • Avatar

    Ciao Am signora, Morgan Debra Am un prestatore di prestito legittimo e affidabile dare i prestiti

    su una chiara e comprensibile termini e condizioni in tasso di interesse del 2%. da

    12 mila dollari per 7.000 mila dollari USD, Euro e sterline Solo. Io do prestiti commerciali,

    Prestiti personali, prestiti agli studenti, prestiti auto e prestiti per pagare le bollette. se tu

    bisogno di un prestito quello che dovete fare è per mettersi in contatto con me direttamente

    a: morgandebra1986@gmail.com

    Dio Ti Benedica.

    Saluti,

    Morgan debra

    Email: morgandebra1986@gmail.com

    Nota: Tutti risposta deve essere inviata a: morgandebra1986@gmail.com

  • Avatar

    Buongiorno,

    Avete bisogno di un finanziamento. Grazie al sig. vinovi Demarc molti miei amici hanno ricevuto il loro finanziamento. Offre prestiti tra privato di 2500€ a 2.500.000€ ad un tasso ragione di 2%.

    Ecco la sua posta elettronica: vinovinat@gmail.com

  • Avatar

    Prova d’offerta di prestito serio

    Buongiorno

    Sono essendo VICTORIA CORELA alla ricerca di prestito da molti

    mese. sono stato molte volte fregato su siti di prestito entro

    privato ha la fine io non ricevono nulla sul mio conto.

    Ma fortunatamente sono caduto su una signora realmente semplice e

    piacevole che lo ha aiutare a trovare il mio prestito di 70.000€ che ho ricevuto su

    il mio conto.

    Ed ho molti colleghi che hanno anche ricevuto prestiti al suo livello

    senza problemi anziché farvi avere da individui male

    intenzionati, che prendono per lavorano scroccato agli innocenti

    e mi pubblico messaggio perché il mio fa bene con sé pronto e

    voi scoraggiati non .pour coloro che sono nella necessità di prestito

    Contattate per mail per avere il vostro prestito senza alcuno problema:

    tinostinel@gmail.com

    Grazie

  • Avatar

    ottenete il vostro finanziamento senza timore

    lucarinimarie@libero.it

    Siete alla ricerca di un finanziamento per aumentare le vostre attività allo stesso tempo per la realizzazione di un progetto, un appartamento, ma purtroppo, spesso vi cadete sulla gente disonesta che approfitta dei poveri gente che hanno bisogno di questo prestito per rispondere alle loro necessità.

    Quindi la banca vi impone condizioni di cui siete incapaci di riempire fuori la festa si avvicina e dovete affrontare alcuni problemi familiari, più preoccupazione, io sono pronto a voi accordate un finanziamento che va 2000€ a 10.000.000€

    Se siete una persona seria potete scrivere e spiegare la vostra situazione
    ecco la mia mail: lucarinimarie@libero.it

    Avete necessità di denaro per iniziare la vostra impresa?
    Prestito all’alloggio?
    Prestito internazionale?
    Prestito educativo?
    Prestito agricolo
    Prestito per sviluppare la vostra attività?

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.