a
a
HomeECONOMIA E MERCATICOMMENTO AL MERCATOInvestire in azioni: meglio le Value o le Growth?

Investire in azioni: meglio le Value o le Growth?

Ormai siamo quasi alla fine dell’anno: questo è il periodo in cui banche d’affari e specialisti del settore si scatenano in previsioni e consigli d’investimento per il 2014.

Le scelte da compiere in questo momento, per l’investitore, sono tutt’altro che semplici (c’è da dire che questo vale tutti gli anni) ad ogni modo in questo momento, secondo il team di Advise Only, la maggior parte dei mercati azionari sono vicini a valori di equilibrio, i tassi d’interesse probabilmente cresceranno (fine del quantitative easing negli USA) e l’economia mondiale è tutt’altro che solida.

Tra i temi d’investimento più riccorrenti per le azioni troviamo i classici Value contro Growth. Proviamo a fare un po’ di chiarezza sul significato di questi termini.

  • Le azioni Value sono quelle azioni penalizzate dal mercato in quanto il prezzo è inferiore ad un ipotetico valore d’equilibrio (il cosiddetto “fair value”). Spesso, ma non sempre, questo tipo di azioni coincide con società che operano in mercati considerati maturi, con previsioni di crescita modeste ed alti dividendi.
  • Al contrario, le azioni Growth hanno prezzo superiore ad un ipotetico valore d’equilibrio (“fair value”). In questo caso il mercato implicitamente stima che la società produrrà nel futuro utili (di conseguenza ricavi e miglioramento dei margini) tali da giustificare l’attuale prezzo di mercato.

Investire in uno di questi due temi significa selezionare un paniere di azioni che rispecchino i parametri richiesti.

Come calcolare questo ipotetico “fair value” di un’azione?

La prassi (che coincide con una buona evidenza empirica) mette a confronto un multiplo di mercato (Rapporto Prezzo/Utili, Rapporto prezzo/patrimonio netto o dividend yield, per esempio) con il suo valore di lungo periodo, in modo da avere un parametro di riferimento.

La nostra “ossessione” nel confrontare le valutazioni di mercato con la media di lungo periodo trova giustificazione proprio nella necessità di approssimare come il mercato sta valutando un titolo, un settore oppure un indice utilizzando gli strumenti che abbiamo a disposizione (dati attuali e storici relativi a bilanci e mercati).

Come investire: Value o Growth?

Per mia fortuna, esistono due indici che replicano entrambe le strategie (MSCI Value e MSCI Growth). Facendo il rapporto tra l’indice Value e quello Growth, riesco a mettere in evidenza la performance relativa tra i due indici. Infatti, quando il rapporto cresce l’indice Value fa meglio dell’indice Growth, ma quando diminuisce vuol dire che è l’indice Growth che fa meglio.

Il grafico qui in basso mostra la perfomance di lungo termine (1975 = 100) dell’indice MSCI Value rispetto all’indice MSCI Growth, tenendo conto sia della performance da capital gain che ricapitalizzando i dividendi.

Performance relativa dell’indice value vs growth (%), 1975=100
Clicca per ingrandire
valu-vs-growth-come-investire-in-azioni

Nota: MSCI World Value/Growth Index considera società di grande e media dimensione che rispecchiano i criteri di stile imposto in 24 Paesi sviluppati, in dollari.

Considerazioni sul grafico

Che cosa si evinve analizzando il grafico?

  1. Meglio Value che Growth nel lungo termine. Investire in titoli Value ha generato nel lungo termine rendimenti superiori rispetto all’investimento in un paniere di società di tipo Growth, sia con i dividendi inclusi (+145%) che senza (+36%). Tuttavia, dal 2007 in poi l’indice Value ha costantemente fatto peggio dell’indice Growth.
  2. I dividendi contano. I dividendi rappresentano una buona fetta della performance relativa. Infatti, considerando i dividendi, il rendimento aggiuntivo medio annualizzato è stato del 2,6% contro il modesto +0,9% che si ottiene senza considerare i dividendi.
  3. Le azioni Value non sono necessariamente più rischiose. Prendendo in considerazione due parametri di rischio standard (la volatilità ed il Max DrawnDown) la performance superiore delle azioni Value rispetto a quelle Growth non sembra essere giustificata da una maggiore assunzione di rischio (come dovrebbe essere secondo la teoria finanziaria “classica”).

Clicca per ingrandire

volatilita-max-drawdown-investire

Da questa semplice analisi di rischio e performance, la storia sembra premiare nel lungo periodo una strategia di tipo Value rispetto a quella Growth, senza tuttavia garantire ritorni positivi costanti nel tempo (ma quale investimento lo fa?).

Tuttavia, come Raffaele Zenti ci ha fatto notare la scorsa settimana, con gli investimenti azionari bisogna avere pazienza e non farsi prendere dal panico per avere successo.

Nella Community di Advise Only (in cui gratuitamente, iscrivendoti, puoi costruire i tuoi portafogli di investimento e analizzare l’andamento nel tempo) è pieno di investitori Value. Tra i portafogli più interessanti, vi suggerisco EquitySmallValue oppure Value. Da seguire o copiare con un semplice click.

Buona navigazione!

Scritto da

Segue tematiche economiche e finanziarie per il team financial strategies group di Advise Only. Dopo aver conseguito una doppia laurea in Management all’Università di Torino e all’ESCP Europe, ha deciso di proseguire i suoi studi con un master in Economia Internazionale a Paris Dauphine. Dopo 4 anni di vita parigina ed esperienze lavorative come economista e strategist, sbarca in Advise Only con l’obiettivo di sviluppare la parte di analisi economica e congiunturale.

Ultimi commenti
  • stefano colucci

    nicovalue tutto ha tranne che value

    • Stefano colucci hai perfettamente ragione…grazie!

      • stefano colucci

        Di nulla.
        Ps Ma Value con il 63% di Mediolanum lo consideri un portafoglio? io lo considero una scommessa. Il secondo titolo (vittoria ass) pesa il 7%.

        • E’ stato pensato con quella logica considerando di alcuni indicatori di redditività, prezzo e solvibilità. Libero di farlo tuo oppure no.
          ps: che ti ha fatto Carmignac?

    • @26d132087b9d1816fa3a384d42e68e90:disqus: però a ben l’1.24% di CARMIGNAC PATRIMOINE A EUR ACC 🙂
      E’ quello che gli da la forza!

      • stefano colucci

        Gianni apprezzo la vena Ironica
        vedi cosa sta combinando carmignac emergent. Da inizio anno -6.20 contro -4.80 dell’indice emergenti!

  • Inressantissimo articolo!

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.