a
a
HomeECONOMIA E MERCATIECONOMIA, POLITICA E SOCIETA'Colpa d’Alfredo – Quarta puntata

Colpa d’Alfredo – Quarta puntata

Alfredo e l”overconfidence ovvero la sindrome di Superman

Questa volta con Alfredo siamo un po’ cattivelli e gli facciamo una vera domanda trabocchetto alla quale a tutti noi sarà capitato di rispondere almeno una volta nella vita, almeno nella nostra mente. Gli chiediamo di valutare il suo livello d’intelligenza chiedendogli se si reputa più intelligente della media dei suoi colleghi.

Alfredo è lievemente imbarazzato, teme di sembrare un po’ arrogante, ma alla fine un po’ balbettando dice “….beh si certamente mi considero più intelligente della media dei miei colleghi.”

Alfredo è in realtà in buona compagnia: facendo la stessa domanda a un campione molto più ampio di persone i risultati mostrerebbero che circa l’80% delle persone pensa di essere più intelligente della media.

Questo è vero anche se si parlasse di altri argomenti. Ad esempio, la maggioranza dei guidatori di automobili pensa di essere meglio della media. E la maggioranza degli investitori pensa di essere sopra la media… Insomma, è la sindrome di Superman!

Questo sentimento è la cosiddetta overconfidence, un’eccessiva fiducia in noi stessi o un eccessivo ottimismo che ci porta a sottovalutare potenziali rischi e problemi. Anche quelli finanziari.

L’OVERCONFIDENCE E’ UNA TENDENZA DELLE PERSONE A BASARSI IN MISURA ECCESSIVA SULLE PROPRIE CAPACITA’ E  SUL  PROPRIO GIUDIZIO.  CIO’ DA’ UN’ ILLUSIONE DI CONTROLLO CHE LASCIA POCO SPAZIO PER ADATTARSI ALL’ EFFETTIVA REALTA’.

L’eccessiva fiducia in sé stessi spesso è ancora più accentuata a livello di particolari gruppi di persone che si sentono ancora più rafforzate proprio dall’appartenere a un particolare gruppo (es. professionale, ideologico, territoriale, etc…)

Attenzione! l’ottimismo e la fiducia in se stessi possono essere bellissime qualità ma non sono una buona scusa per dimenticarsi di analizzare i fatti con attenzione e poi sottovalutarli! Questa raccomandazione si applica anche alle scelte d”investimento effettuate sui nostri portafogli!

Scritto da

Zia Mame è una tipa un po’ eccentrica e svitata, superenergetica, che non sa stare mai ferma. È uno spirito libero e curioso che non ama le regole rigide, che ritiene inutili e noiose. Zia Mame è una spendacciona incurabile e non riesce a trattenersi quando vede cose le che le piacciono di più. Cosa c’entra zia Mame con la finanza? Pochissimo, ma è il soggetto giusto per raccontare, con un po’ di pepe e di intuito psicologico femminile, come ai numeri ed agli investimenti possano avvicinarsi tutti. E poi investire bene può essere un’ottima ricetta per finanziare i propri passatempi preferiti! Pensate che scegliere un investimento sia molto diverso dal comprare il profumo adatto a noi? Non lo è poi così tanto - e Zia Mame vi spiegherà perché.

Nessun commento

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.