a
a
HomeECONOMIA E MERCATIECONOMIA, POLITICA E SOCIETA'Il content marketing rivoluzionerà il mondo della finanza? Ecco i trend del 2015

Il content marketing rivoluzionerà il mondo della finanza? Ecco i trend del 2015

Là dove la comunicazione tradizionale, fatta di banner e spot pubblicitari, interrompe l’attività dell’utente, il content marketing crea valore aggiunto e fidelizza.

Che cos’è il content marketing l’abbiamo detto, l’abbiamo spiegato ai nostri partner e nel 2014 abbiamo collaborato con molti di loro nel produrre e rielaborare contenuti finanziari di qualità, diffonderli attraverso i canali digitali e gestire account social e blog aziendali. Insomma, “abbiamo fatto content marketing”.

Una delle ultime nostre creature è il nuovissimo Blog di AXA IM Italia.

blog-axa-im-italia

A pochi minuti dalla pubblicazione dello studio di Contently, “Gold Standard: These Trends Will Transform Finance Content Marketing in 2015”, l’avevo già divorato.

Segnalo di seguito le iniziative emerse nel report che mostrano i trend che influenzeranno il content marketing nell’anno a venire.

La tendenza più eclatante nel settore finanziario è stata l’aumento di accordi tra grandi aziende e giornali online. Particolarmente fruttuose, queste collaborazioni sono andate oltre la promozione di prodotti e servizi, focalizzandosi su un approccio di taglio educational. Resterete certamente stupiti dalla guida interattiva ai mercati di capitali di Goldman Sachs pubblicata su The New York Times, un’infografica interattiva, utile e di grande effetto.

Bella idea ma migliorabile, poi, quella di Forbes BrandVoice che mette a disposizione dei brand, nella fattispecie HSBC e PayPal, spazi sul sito internet per la pubblicazione di pillole e approfondimenti.

Queste iniziative dimostrano che per ottenere gli effetti desiderati (brand awareness, engagementfidelizzazione e lead generation) non basta produrre semplicemente contenuti, ma è necessario puntare sulla qualità.

Un altro elemento che ha contribuito al successo di alcune campagne di content marketing – e che con buona probabilità sarà un trend del 2015 – è l’uso della multicanalità e, in particolare, dei video. Su questa strategia si è concentrata Franklin Templeton anche in Italia.

Anche le banche possono fare comunicazione innovativa: il successo di Capital One

Capital One, una grande banca americana ha centrato tutti i trend che condizioneranno le campagne di content marketing nel 2015. Voglio raccontarvi l’eccellente lavoro svolto per le piccole aziende replicabile, con ottimi risultati, anche in altri ambiti del settore finanziario:

  1. Capital One in collaborazione con Mashable BrandLab lancia Social Small Business una serie di video-interviste alle piccole imprese impegnate sui social network e nel marketing online. Questi video promuovono le realtà intervistate attraverso lo storytelling, il risultato è strabiliante.
  2. Evoluzione di questa prima iniziativa è il lancio del America’s Most Social Small Business. Il programma della competizione è un vero e proprio percorso di crescita attraverso i social network, qui i dettagli. Il vincitore risulterà Sevenly, curiosi di sapere cosa fanno?
  3. Non si fermano mai… a marzo, sempre con Mashable, lanciano la campagna Setting up Shop producendo una serie di video-documentario sul small business.
  4. La feconda collaborazione tra Capital One e Mashable, infine, dà vita in aprile al progetto “I am Small Business Proud”, sapiente uso dello storytelling emozionale, coinvolgente, un successo. Due film maker in viaggio per gli Stati Uniti raccontano l’esperienza di diversi imprenditori.

Basta dare un’occhiata al seguito che l’azienda vanta sui social network per rendersi conto della riuscita delle sue iniziative. Capital One è tra le prime 3 banche retail più apprezzate su Facebook e tra le prime 9 più seguite su Twitter.

Quali saranno i trend nel content marketing finanziario per il 2015?

Le principali tendenze 2015 per il content marketing nel mondo della finanza vedono:

  • Accordi con affermate realtà editoriali online. Perché? Semplice, consentono di rivolgersi a un pubblico prospect, convogliando il traffico sul proprio blog o sui propri canali digitali.
  • Spirito educational, facile conquistare l’utente fornendo un servizio utile!
  • Storytelling emozionale, inutile sottolineare l’importanza di questo aspetto per la virilizzazione del contenuto.
  • Utilizzo dei video soprattutto su mobile. Cisco prevede che i video su mobile costituiranno nel 2018 il 69% del traffico mobile e, in Italia, il 58% del tempo totale speso online è generato da device mobili (dati aprile 2014, Audiweb).

Non sapete da dove partire? Vi aiutiamo noi di Advise Only! Per conoscere di più sui servizi di comunicazione e supporto che forniamo alle società finanziarie, visitate la pagina del nostro sito dedicata ai servizi per le aziende e, per essere sempre aggiornati su questi argomenti, abbiamo creato il gruppo LinkedIn Finanza Social.

Scritto da

Dopo la laurea in Linguistica Applicata all'Università di Pavia, Vanessa approda nel mondo dell’Information Technology dedicandosi allo sviluppo di sistemi di interpretazione del linguaggio e curando le relazioni con il cliente. Durante questa prima esperienza di lavoro, crea diversi strumenti di analisi semantica e realizza il motore di Sentiment Analysis alla base della piattaforma Blogmeter capace di ascoltare le conversazioni online e di comprenderne gli sbalzi d’umore.

Nessun commento

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.