a
a
HomeECONOMIA E MERCATIGRAFICO DELLA SETTIMANAGrafico della settimana: i giovani italiani sono diventati pessimisti

Grafico della settimana: i giovani italiani sono diventati pessimisti

Pasolini vedeva i “giovani infelici” in Italia fin dagli anni Settanta.

La situazione non sembra essere molto diversa oggi. E non è certo per colpa dello stress da rientro dalle vacanze estive.

Lo dice una ricerca realizzata per AXA da Episteme nel 2014[1], avente come oggetto d’indagine gli italiani di età compresa tra i 25 e i 34 anni, membri della Generazione Y. Per toccare con mano il loro pessimismo, guardate il grafico.

grafico_pessimismo_giovani_italiani

Nell’ordine, i giovani sono particolarmente insoddisfatti della loro situazione economico-finanziaria (66%), del lavoro (55%) e degli acquisti che possono permettersi (50,6%): praticamente, sono scontenti di tutti gli aspetti della loro vita legati all’economia. Questo li fa sentire frustrati: il 78,3% ritiene infatti che i propri desideri e aspirazioni incontrino molti limiti e barriere. Possiamo dar loro torto?

In effetti, in Italia i giovani hanno ben poco da stare allegri:

A fronte di questi cahiers des doléances piangersi addosso non risolve nulla: esistono delle alternative migliori. Volete qualche spunto?

Innanzitutto, oggi più di ieri ci vuole una buona dose di determinazione per perseguire i propri obiettivi: meglio incanalare le proprie energie in azioni per inseguire un sogno, che fermarsi a metà strada a lamentarsi. Insomma, piegarsi ma non spezzarsi, sviluppando quella che gli psicologi chiamano resilienza.

Emigrare all’estero non è gettare la spugna: si tratta di una scelta legittima e ragionevole, se in patria non si trovano opportunità buone e/o in linea con le proprie aspirazioni.

Che decidiate di andare all’estero o restare in Italia, non dimenticatevi di mettere da parte qualche soldino per la vostra pensione. Per fare questo, AdviseOnly può aiutarvi con i Portafogli Premium Pensione oppure con Ob. Pensione e Ob. Pensione PAC. Scopriteli sul nostro sito!

 

[1] AXA, “Le sfide dei giovani”, Italian AXA Paper N. 6, ottobre 2014

Scritto da

Laureata in Management presso l’Università Bocconi nel 2012, con una tesi sull’inattività giovanile in Italia. Da studentessa, ha collaborato con i media universitari Radio Bocconi e Tra i Leoni e al di fuori delle mura accademiche con Campus (Gruppo Class Editori) e Real World Magazine (Gruppo Potentialpark). In Saipem si è invece occupata di accertamenti giuridici nell’area Risorse Umane. Dopo la laurea, è stata assistente ai programmi di politica, economia e finanza a Radio 24 (Gruppo 24 Ore), nonché redattrice economica di Arcipelago Milano. I suoi principali interessi sono economia e comunicazione online. La distraggono da grafici e dati solo arte, cinema, teatro e buone letture.

Nessun commento

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.