a
a
HomeBRAND CORNERInvestire nel debito corporate USA in scia alla Fed

Investire nel debito corporate USA in scia alla Fed

3 ETF per cogliere le opportunità del debito corporate USA

Alla fine del 2019 la Corporate America contava un totale di 10 mila miliardi di dollari di debito, il 50% in più rispetto al 2009. Ma quello che fino a qualche mese fa era visto come un fardello, oggi può tramutarsi in un’opportunità. Per lo meno, per chi investe.

Una parte di questa montagna da 10 mila miliardi sarà infatti oggetto di acquisto da parte della Federal Reserve, la banca centrale degli Stati Uniti d’America. La quale, con una mossa che non ha precedenti, ha deciso di comprare anche il debito societario, aggiungendo un altro tassello al mosaico delle numerose azioni intraprese per sostenere i mercati del credito colpiti dal pesantissimo impatto della pandemia di coronavirus.

 

Una mossa senza precedenti

Cosa farà, quindi, la Federal Reserve? La banca centrale USA ha fatto sapere che lancerà due linee di credito per sostenere i mercati dei bond societari:

  • una sul mercato primario, per le nuove emissioni di obbligazioni e prestiti;
  • e una sul mercato secondario, allo scopo di fornire liquidità alle obbligazioni societarie in circolazione.

L’acquisto di obbligazioni societarie da parte della Fed non sarà senza condizioni. L’intervento si concentrerà infatti sui titoli di debito Investment Grade emessi dalle società statunitensi e sui fondi negoziati in Borsa, quotati negli Stati Uniti, che offrono un’ampia esposizione al mercato delle obbligazioni corporate Investment Grade USA.

La banca centrale presieduta da Jerome Powell ha precisato che acquisterà le obbligazioni societarie sul secondario “al giusto valore di mercato”, prevedendo, per ciascun emittente, un tetto del 10% del massimo delle obbligazioni in circolazione in qualsiasi giorno tra il 22 marzo 2019 e il 22 marzo 2020. L’acquisto, inoltre, non riguarderà più del 20% del patrimonio di uno specifico ETF, così come aggiornato alla data del 22 marzo 2020.

Oggetto degli acquisti saranno i corporate bond con una durata residua di cinque anni e, come detto, classificati come Investment Grade (BBB o superiori) da due o più agenzie di rating se hanno più di una valutazione, o da una agenzia di rating se invece di valutazioni ne hanno una soltanto.

Per la prima volta la FED acquisterà anche ETF listati sul mercato USA che investono solamente in titoli corporate US, non internazionali, denominati in dollari1. Ed è proprio da qui che arriva uno spunto interessante.

 

Tutta la gamma di UBS

All’interno della gamma di UBS ETF c’è più di una soluzione per investire nei corporate bond emessi da società statunitensi in dollari. A differenza di altri ETF che consentono l’investimento in obbligazioni internazionali (US o extra-US) denominate in dollari, UBS ha scelto infatti di replicare alcuni indici che investono unicamente in obbligazioni societarie USA.

Tra questi si segnalano l’UBS ETF (LU) Bloomberg Barclays US Liquid Corporates 1-5 UCITS ETF, l’UBS ETF (LU) Bloomberg Barclays US Liquid Corporates UCITS ETF e l’UBS ETF (LU) Bloomberg Barclays MSCI US Liquid Corporates Sustainable UCITS ETF, anche nelle versioni con copertura valutaria.

 

UBS ETF bond corp USA | amCharts

Fonte: Bloomberg Barclays indexes, dati al 29 febbraio 2020

 

I tre ETF nel dettaglio

Vale la pena di aggiungere qualche informazione in più su questi tre ETF.

L’UBS ETF (LU) Bloomberg Barclays US Liquid Corporates 1-5 UCITS ETF (LU1048314949) mira a replicare, prima delle spese, la performance dell’indice Bloomberg Barclays US Liquid Corporates 1-5 Year Total Return in termini di prezzi e rendimenti.

Investe quindi in obbligazioni dell’indice sottostante, offrendo un’esposizione a titoli Investment Grade denominati in dollari USA ed emessi da aziende statunitensi che operano nei settori finanza, industria e pubblica utilità. L’indice include obbligazioni societarie liquide con scadenza residua di almeno un anno ma non superiore a cinque.

Nel caso dell’UBS ETF (LU) Bloomberg Barclays US Liquid Corporates UCITS ETF (LU1048316647), l’indice replicato è il Bloomberg Barclays US Liquid Corporates Total Return, che include obbligazioni liquide emesse in dollari USA da società domiciliate negli Stati Uniti, con una durata residua di almeno un anno e un rating Investment Grade.

Infine, l’UBS ETF (LU) Bloomberg Barclays MSCI US Liquid Corporates Sustainable UCITS ETF (LU1215461085) punta a replicare, prima delle spese, la performance del Bloomberg Barclays MSCI US Liquid Corporates Sustainable Total Return Index, composto da titoli a tasso fisso di qualità Investment Grade denominati in dollari USA ed emessi da società statunitensi con un rating MSCI ESG non inferiore a BBB.

Questo indice comprende titoli quotati di aziende industriali, di pubblica utilità e finanziarie che rispondono a requisiti specifici e rigorosi: sono esclusi i titoli di società le cui allocazioni non sono in linea con i criteri d’investimento socialmente responsabile.

 


Vuoi saperne di più?


1 – Secondary Market Corporate Credit Facility, fonte: Fed

Tag Articolo
Scritto da

UBS ETF ha un lungo track record nella gestione di soluzioni indicizzate per i propri clienti. Nel 2001 UBS ha lanciato il primo ETF. Oggi UBS ETF propone un’ampia gamma di ETF su indici azionari, obbligazionari e alternativi quotati sulle principali Borse europee. Presente dal 2013 in Italia con un team dedicato di 3 persone, in Europa UBS ETF gestisce patrimoni per circa 69 miliardi di Dollari e rappresenta il quarto operatore nel mercato degli ETF in Europa (Fonte: ETFGI al 31 dicembre 2019) con 101 prodotti quotati presso Borsa Italiana. UBS ETF fa parte di UBS Asset Management che è una delle principali società di gestione a livello mondiale, con un patrimonio in gestione di 858 miliardi di euro (al 30 settembre 2019), di cui oltre 300 miliardi di euro in gestioni passive. Per maggiori informazioni www.ubs.com/etf.

Nessun commento

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

UBS

Le informazioni contenute nello spazio BrandCorner sponsored by UBS hanno solo uno scopo informativo, non costituiscono e non possono essere interpretate come un invito, un’offerta o una raccomandazione ad acquistare o collocare investimenti di alcun genere o ad effettuare un investimento o un disinvestimento, ovvero un consiglio o una raccomandazione di natura legale, fiscale o di altra natura. Il BrandCorner sponsored by UBS è predisposto senza riferimento ad obiettivi d’investimento specifici o futuri, né alla situazione finanziaria o fiscale, profilo di rischio o esperienze e conoscenze né tantomeno alle speciali esigenze di specifici destinatari.
Prima di prendere qualsiasi decisione in materia di investimenti si raccomanda di leggere attentamente il Prospetto Informativo e di chiedere in proposito una consulenza specifica e professionale.