a
a
HomeCAPIRE LA FINANZAABC FINANZA#ABCFinanza: cosa sono i fondi d’investimento a distribuzione e ad accumulazione?

#ABCFinanza: cosa sono i fondi d’investimento a distribuzione e ad accumulazione?

Il mondo dei fondi comuni di investimento è senza alcun dubbio ampio e questo può creare qualche difficoltà di orientamento soprattutto all’investitore alle prime armi che cerca uno strumento finanziario che sia in linea con le sue esigenze.
Esistono svariate tipologie di fondi comuni di investimento ed è bene fare un po’ di chiarezza sulla più classica delle distinzioni: che cosa sono i fondi ad accumulo e quelli a distribuzione?

 

Stesso fondo, diverse versioni

Quando ci mettiamo alla ricerca di un fondo particolare può succedere che ci troviamo davanti a due versioni dello stesso fondo. A una rapida occhiata possono sembrare identiche, ma in realtà non è così. I fondi ad accumulazione sono tipicamente contrassegnati dalla dicitura ACC, mentre quelli a distribuzione dalla sigla DIS.

 

I fondi ad accumulazione: la “magia” della capitalizzazione

Nel caso del fondo ad accumulazione la società di gestione non prevede la distribuzione dei proventi (cedole, dividendi e plusvalenze derivanti dalla compravendita dei titoli del fondo), ma questi ultimi vengono reinvestiti automaticamente nel fondo stesso, in gergo tecnico vengono “capitalizzati”.
L’accumulo di ulteriore cassa ha come principale effetto quello di far crescere il controvalore investito nel fondo. Tipicamente i fondi ad accumulo possono essere una valida soluzione per coloro che vogliono costruire un capitale nel lungo periodo e non vogliono “disperdere” gli utili nel tempo, ma preferiscono investirli direttamente nel fondo.

 

 

I fondi a distribuzione: per chi ha bisogno di liquidità

Nel caso del fondo a distribuzione, invece, il sottoscrittore riceve periodicamente dei flussi di cassa periodici sul proprio conto corrente bancario derivanti dalle cedole dei titoli obbligazionari e dai dividendi dei titoli azionari presenti all’interno del fondo. Nel caso dei fondi a distribuzione il rendimento complessivo è composto quindi da due parti:

  • Un flusso cedolare periodico, ovvero i proventi del fondo. A scadenze – di solito tre, sei o dodici mesi – la società di gestione distribuisce la totalità o parte degli utili del fondo secondo quanto indicato nel prospetto informativo.
  • Un reddito da capitale, ovvero la plusvalenza (o minusvalenza) che si realizza a scadenza per effetto della rivalutazione (o svalutazione) dei titoli che compongono il fondo.

I fondi a distribuzione sono indicati per coloro che vogliono ottenere una rendita periodica e quindi integrare il reddito per far fronte alle proprie esigenze di spesa.
Il risparmiatore che decide di investire in questo tipo di strumento beneficerà, oltre che del pagamento di una rendita, anche dei vantaggi tipici di un prodotto di risparmio gestito.
Inoltre, al momento della distribuzione del dividendo, il prezzo – e quindi la performance del fondo – si riduce, semplicemente perché si “stacca” il dividendo sotto forma di liquidità.

 

Quale strategia scegliere? Dipende tutto da voi

La strategia dipende principalmente dalle vostre esigenze e dai vostri bisogni. Provate a focalizzarvi sul vostro obiettivo:
Volete ottenere una rendita periodica? Volete integrare il reddito, cioè ottenere entrate “extra” per esigenze di spesa? Allora dovete orientarvi verso i fondi a distribuzione.

Volete costruire un capitale nel lungo periodo? Non volete “disperdere” i guadagni, e preferite reinvestirli automaticamente nel fondo? Allora i fondi ad accumulazione fanno al caso vostro.

 



1 – Financial Brief | Come si sceglie un fondo d’investimento?
2 – #ABCFinanza: cosa cambia tra SGR, SICAV e fondi comuni d’investimento?
3 – #ABCFinanza: PIC vs PAC, meglio investire tutto e subito o con gradualità?

Scritto da

Un cambio di rotta nella finanza personale. Con www.adviseonly.com in pochi click puoi realizzare un portafoglio di investimento. Accorciamo le distanze tra te ed i tuoi investimenti, rendendoti ad ogni passo più autonomo e consapevole.

Nessun commento

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.