a
a
HomeCAPIRE LA FINANZAFINANZA PERSONALESmalfiland, terra dei cervelli uniti o terra dei cachi?

Smalfiland, terra dei cervelli uniti o terra dei cachi?

smalfiland

Sui social network mi è capitato spesso di imbattermi in post che parlano di Smalfiland. Altrettanto regolarmente mi arrivano e-mail che mi invitano a entrare a far parte della sua community. Io ho sempre guardato tutto ciò con istintivo sospetto, non sapendo di che cosa si trattasse. Vedevo, però, sempre più gente iscriversi.

Ho deciso quindi di capirci qualcosa in più e ho intrapreso un piccolo tour nella terra di Smalfiland: questi sono i miei appunti di viaggio, che voglio condividere con la mia ciurma.

Viaggio a Smalfiland

Partenza. Cliccando sui link sparpagliati nel web atterri su pagine piene di frasi così:

Puoi ambire a creare una Tua personale Azienda Web senza investire assolutamente nulla.

Gli iscritti (a Smalfiland), oltre a fare tutto quello che fanno su Facebook, hanno altri 3 benefit di altissimo valore:

  • Smalfiland ti paga
  • Smalfiland ti forma
  • Smalfiland ti regala My Web

Un free-lunch, “se magna aggratis, anzi te pagano”. Credibile?

Allora cerchi di capire cosa fanno davvero. Troppo faticoso senza iscriversi, cosa che non intendo fare finché non ci ho capito qualcosa di più, visto che ti chiedono subito dati sensibili: ecco il loro form di registrazione. Per chi non lo sapesse, i dati sensibili, coperti dalla privacy, hanno valore economico, come chiunque si occupi di web-marketing sa benissimo.

Ma torniamo al viaggio nella terra di Smalfiland, presentata come sedicente Social Network meritocatico. Meritocratico perché, dicono (scusate i maiuscoli, ma riporto testualmente):

…i ricavi dalle pubblicità vengono divisi “equamente” tra gli iscritti. Equamente perché SMALFILAND è equo in quanto è MERITOCRATICO e garantisce un REDDITO DI CITTADINANZA. Il REDDITO DI CITTADINANZA a tutti gli utenti, proprio TUTTI.

La Mission di Smalfiland è quella di creare una unione di cervelli.

Creare il più grande Network Internazionale di esperti di Social Marketing Automatizzato.

Unione di cervelli. Accidenti: non posso fare a meno di pensare a organismi-colonia, come le micidiali caravelle portoghesi. Sono sempre più perplesso. Sento l’acre odore di uno schema Ponzi.

Anche perché, per invitare la gente a iscriversi, si spinge sull’acceleratore facendo leva sulla crisi economica e la disoccupazione:

Non vorrei che tra un paio di anni quando SMALFILAND sarà diffuso a livello globale tu debba pentirti di non aver contribuito abbastanza da permetterti l’opportunità di una RENDITA per la vita. Quindi cogli l’occasione di iscriverti a SMALFILAND e invita prima le persone a cui tieni davvero, perché chi prima inviterai, prima potrà iniziare a GUADAGNARE. Soprattutto può essere utile anche per chi è DISOCCUPATO o è in cerca di un secondo LAVORO o che ha voglia di riuscire a guadagnare un GRUZZOLETTO.

Ormai lo schema mi è chiaro. Gli utenti iscritti invitano gli amici, ad esempio quelli di Facebook, Linkedin o Twitter. Più amici si iscrivono, diventando Smalfer (nome che mi ricorda gli Smurfs, cioè i Puffi), maggiori sono le possibilità di guadagnare online, poiché Smalfiland “condividerà” con gli utenti una percentuale dei guadagni derivanti dalla pubblicità o dai servizi venduta dagli Smalfer (servizi sul quale torno a bomba tra un attimo).

Questo sarebbe il “reddito di cittadinanza” di cui si parlava. È una struttura a piramide, come gli schemi Ponzi, sulla cui legalità mi interrogo – a questo proposito vi invito a leggere l’articolo 5 della legge n. 173, relativa alle vendite piramidali.

ART. 5. (Divieto delle forme di vendita piramidali e di giochi o catene)

  1. Sono vietate la promozione e la realizzazione di attività e di strutture di vendita nelle quali l’incentivo economico primario dei componenti la struttura si fonda sul mero reclutamento di nuovi soggetti piuttosto che sulla loro capacità di vendere o promuovere la vendita di beni o servizi determinati direttamente o attraverso altri componenti la struttura.

Ma io sono un pirata dei mercati finanziari. Così, mi concentro su uno dei servizi venduti dagli Smurfs, no, scusate, gli Smalfers: il metodo Smalfi per fare trading su FX. Inizio e atterro sulla pagina dove è scritto:

riusciamo a sfruttare le variazioni di valore che le monete subiscono nel corso della giornata senza investire realmente i nostri capitali ma usando quelli che ci fornisce il nostro intermediario.

Noi smalfer versiamo solo una piccola quota di garanzia e poi utilizziamo la leva finanziaria per operare in questo mercato, esattamente come fanno le banche.

Noi Puffi facciam così. Facile a dirsi per uno Smurf. Ma usando la leva finanziaria, lo è meno di quanto possa sembrare a uno sguardo superficiale: chiedete agli hedge fund schiantatisi dopo che la banca centrale svizzera ha svincolato il franco svizzero dall’euro. Infatti si aggiunge poco dopo.

Ma ti devo avvisare: Non farti passare neanche per l’anticamera del cervello di approcciare questo mercato se non hai nessuna esperienza e se non hai mai fatto un valido corso di formazione.

Chiaro: vogliono vendere corsi di trading su FX. Vendere corsi di trading è la strategia migliore, se non l’unica, per far soldi con il trading,  e questo si sa. Mi addentro allora in questo sentiero ombroso dei “Soldi a palate”. Ecco cosa leggo.

Il Metodo Smalfi permette di guadagnare anche a persone che partono senza nessuna pregressa esperienza di trading perché NON si basa sulle tradizionali tecniche di trading. Il nostro metodo non fa altro che sostituire gli studi e le conoscenze degli esperti con un costante controllo matematico del conto per preservarlo dalle perdite.

Cioè: lascia perdere studi e conoscenze, usa la matematica per non avere perdite con il trading online. Sarà. Ma è così “sicuro” che in calce, scritto piccolissimo, sono costretti a dire:

ATTENZIONE: il trading sul Foreign Exchange (Forex) comporta notevoli rischi che potrebbero non essere adatti per tutti gli investitori. L’utilizzo della leva finanziaria aumenta ulteriormente questo rischio e l’eventuale esposizione derivante.

Si prega di considerare i propri obiettivi di investimento, la propria esperienza e la propria propensione al rischio prima di prendere qualsiasi decisione relativa al trading sul Forex. Si potrebbe perdere interamente o parte del proprio capitale iniziale.

Ah sì? Perdere tutto? Ma tu pensa!

Insomma, siamo alle solite: si paventano facili e veloci guadagni con modesti o nulli investimenti monetari e di tempo, mentre un sacco di gente è senza lavoro. Nella migliore tradizione italiana raccontata dai film di Totò e Alberto Sordi.

Di fronte a queste iniziative, seguite regole semplici e usate criticamente il cervello, ciurma: il trading non è semplice e non è necessario fare trading per investire i risparmi.

Scritto da

Ha solcato i mari della finanza in lungo e in largo, su imbarcazioni piccole e grandi, con i mercati in tempesta oppure cavalcando grandi onde d’ottimismo. Da anni soffre di contorcimenti interiori che lo turbano nel profondo, e questo non solo per gli eccessi di frutti di mare, bensì per come vengono trattati i risparmiatori e per le tristi condizioni in cui versa l’industria che li dovrebbe gestire. E allora Jack Sparrow invoca l’ammutinamento! Basta con prodotti finanziari che fanno solo il gioco di chi li vende, basta con portafogli di risparmio che cozzano contro il buon senso! Entra nella ciurma di Jack e segui i suoi consigli per trasformare il tuo disagio in qualcosa di utile per i tuoi risparmi.

Ultimi commenti
  • L’idea di farlo uscire il venerdì pomeriggio mi sembra buona.

  • Io mi sono iscritto ma mi puzza di bruciato, lo stesso fondatore mi manda email per farmi passare negli step succesivi, a quel punto ho stoppatto tutto dicendogli che per me rimane solo un social sperando in futuro di potermi cancellare perchè ho sentito delle lamentele che dopo un anno circa ancora non riescono a cancellarsi dal sito di smalplanet o smalfilend,, dopo varie ricerche anche per me è solo un grande SPAM!!!!

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.