a
a
HomeECONOMIA E MERCATICOMMENTO AL MERCATOBollettino AO | L’economia globale tira le somme, ancora no-deal e trade war all’orizzonte

Bollettino AO | L’economia globale tira le somme, ancora no-deal e trade war all’orizzonte

I fatti salienti della settimana

Corsa agli aiuti di Stato. Dopo l’ok da parte della Commissione europea al piano tedesco di aiuti destinati a Lufthansa, Berlino dà il via libera ai 9 miliardi di euro previsti. In Borsa, il titolo Lufthansa, fuori dall’indice Dax da questa settimana, è volato, arrivando a guadagnare fino al 21 %. Aiuti di Stato anche per Air France-Klm il cui Cda ha approvato un prestito da 3,4 miliardi di euro sostenuto dallo Stato olandese attraverso una linea di credito rinnovabile da 2,4 miliardi di euro da parte di 11 banche (3 banche olandesi e 8 banche internazionali) con una garanzia dello Stato del 90% e un prestito diretto di 1 miliardo con scadenza a 5 anni.

Problemi per Facebook. Doppia tegola in settimana per il social network di Zuckerberg. Dopo che pochi giorni fa, il Parlamento europeo aveva chiesto alla Commissione di impedire alle grandi piattaforme di proporre pubblicità mirate, il social media deve vedersela anche con la campagna “Stop Hate for Profit” promossa da big del calibro di Unilever, Verizon, Honda, Levi Strauss, North Face, Patagonia e Starbucks che hanno sospeso la pubblicità sul social network. Il titolo ne ha risentito inizialmente in Borsa per poi recuperare le perdite sul fine settimana, anche in termini di introiti pubblicitari.

Bonus baby-sitter a zii e nonni. In settimana è arrivata la notizia che il bonus baby-sitting, ovvero il voucher di valore massimo di 1200 euro da utilizzare tra il 5 marzo e il 31 luglio, introdotto dal Decreto Rilancio, potrà essere indirizzato anche a nonni o zii purché non vivano nella stessa casa del minore del quale si prendono cura. Il bonus, ricordiamo, è rivolto a tutte le famiglie, anche affidatarie, con figli minori di 12 anni.

Coldiretti: turismo a picco. Un mese nero quello di giugno per il turismo italiano con più di 10 milioni di turisti nazionali e stranieri in meno che impattano inevitabilmente su un settore in cui operano 612mila imprese con 2,7 milioni di lavoratori. Così quanto emerge dal bilancio della Coldiretti per il mese di giugno che segna un calo del 54% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Ancora limiti al contante. All’abbassamento della soglia entro la quale è consentito l’utilizzo del contante si aggiungerà un incentivo fiscale per l’utilizzo dei pagamenti elettronici. Si tratta di un credito d’imposta sul 30% delle commissioni pagate sulle operazioni effettuate tramite pagamenti elettronici (con carte o altri) nei confronti dei consumatori finali.

Raffica di misure anti-Cina negli Usa. Il Dipartimento del Commercio USA di recente ha introdotto normative volte a mettere in sicurezza dalle interferenze cinesi le supply chain di settori come i semiconduttori nel tentativo di ottenere un vantaggio tecnologico critico nei confronti di Pechino. Gli USA inoltre costringerebbero le società quotate a dichiarare se sono possedute o controllate da un governo straniero pena il rischio di essere delistati dalle borse statunitensi.

Deal o no deal? Sempre la stessa domanda, ad oggi continua a vincere il no. Il governo britannico non ha chiesto entro il 1^ luglio una proroga dei negoziati oltre il 31 dicembre 2020 perché non vuole allungare i tempi. L’ipotesi di un’uscita senza accordo si fa sempre più concreta tanto che la Kanzlerin d’Europa Angela Merkel ha dichiarato di “prepararsi ad un’uscita senza accordo”.

La Fed si conferma. Preoccupata per l’effetto Covid sull’economia Usa, la Fed conferma la sua politica accomodante. Gli strumenti più adatti ad affrontare questa sfida saranno i tassi di interesse, che la Banca conta di mantenere in un range dello 0-0,25% almeno fino al 2022 e forse anche oltre. Esclusione de facto di un’applicazione di tassi d’interesse negativi, uno strumento che giudica “non efficace” per affrontare questa crisi.

Bonus vacanze al via. Previsto dal Decreto Rilancio scatta la possibilità di richiedere il bonus vacanze fino a dicembre 2020. Si tratta di un contributo massimo di 500 euro da utilizzare per soggiornare in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed&breakfast esclusivamente in Italia. Limiti? Non si possono usare le piattaforme d’intermediazione come Booking o AirBnB e varrà solo nelle strutture accreditate, che per ora sono solo 4 su 100.
 

 

Come si sono mossi i mercati

Settimana col semaforo verde per l’Europa. Le Borse europee tentano di ripartire al rialzo dopo le flessioni dei giorni precedenti. Nel corso della settimana rimane la volatilità ma i listini, soprattutto quelli europei, tengono botta e registrano rialzi al positivo. Nella giornata di giovedì, il Ftse Mib avanza del 2,7% in area 19.900 punti, sui massimi dallo scorso 9 giugno.

Rally positivo a Wall Street sul finire della settimana. con il Dow Jones che nella giornata di giovedì – ultima della settimana per via dell’Independence Day – balza di più di 400 punti, a 26.161 punti, il Nasdaq avanza di oltre 137 punti, a 10.291 e lo S&P 500 che fa +42 punti, a 3.158 punti. Occhio al Nasdaq, che tocca un nuovo record intraday.

Nikkei ballerino, Shangai tiene. Seduta di lunedì pesante d’altro canto per la Borsa di Tokyo, con l’indice Nikkei, che ha lasciato sul terreno il 2,3%. Durante la settimana in ripresa gli altri listini asiatici grazie al dato promettente relativo al Pmi manifatturiero della Cina stilato da Caixin-Markit. Dal Giappone, invece, le indicazioni macro hanno disturbato il Nikkei che registra cali fino a venerdì giorno in cui però chiude in lieve rialzo.

Oro ai massimi, petrolio volatile. Continua la marcia del prezzo dell’oro che si mantiene vicino a un picco di otto anni. Il prezzo a pronti ha segnato un nuovo massimo a 1.789 dollari l’oncia, il massimo da aprile. Petrolio in lieve calo a inizio settimana, dopo gli aumenti dei giorni precedenti, si riprende lievemente sul finire.

Tesla da segnalare. Continua la corsa del titolo Tesla sulla Borsa di New York. In settimana la capitalizzazione di mercato (207 miliardi di dollari) del gruppo di Elon Musk ha superato quella di Toyota, diventando così la casa automobilistica che vale di più al mondo. Ha anche battuto il valore di mercato di Coca-Cola (192 miliardi), Disney (204 miliardi), Cisco (194 miliardi). Nell’indice S&P 500 ci sono ora solo 19 aziende che valgono più di Tesla.
 

Indici azionari
FTSE MIB 4,02%
S&P 500 -0,58%
Euro Stoxx 50 3,06%
Nasdaq Composite 4,62%
Shanghai 5,81%
Indici obbligazionari
Governativo Us -0,31%
Governativo Euro -0,47%
Governativo Global Investment Grade 1,23%
Spread Btp-Bund 164 (-13 punti base)
Materie prime
Oro 1.787,10 (-0,16%)
Petrolio Wti 40,07 (-1,45%)
Valute
Cambio Eur/Usd 1,1238 (-0.19%)
Cambio Eur/Gbp 0,9016 (-0.84%)

Indici di mercato. Dati aggiornati ore 16.00 del 03/07/20

 

I market movers della settimana

La settimana si apre con una serie di dati macro da tenere sott’occhio: lunedì si attendono i dati per la zona Euro sulle vendite al dettaglio del mese di giugno, l’Indice ISM non manifatturiero statunitense sempre per il mese scorso e l’Indice dei direttori degli acquisti del settore costruzioni in Gran Bretagna (Giu).

Si continua martedì con le statistiche sulla produzione industriale tedesca attesa in aumento e i nuovi Lavori JOLTs negli USA.
Mercoledì attesa per le previsioni economiche in arrivo dall’Unione Europea e l’Indice dei prezzi al consumo cinese (annuale e mensile).

Chiusura venerdì con la pubblicazione del Report Mensile dell’Agenzia Internazionale per l’Energia sul mercato del petrolio che tratta le principali questioni che interessano il settore petrolifero ed offre una previsione sugli sviluppi del mercato petrolifero per l’anno seguente.

 


Scritto da

Un cambio di rotta nella finanza personale. Con www.adviseonly.com in pochi click puoi realizzare un portafoglio di investimento. Accorciamo le distanze tra te ed i tuoi investimenti, rendendoti ad ogni passo più autonomo e consapevole.

Nessun commento

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.