a
a
HomeECONOMIA E MERCATICOMMENTO AL MERCATOObbligazioni e tassi d’interesse: il ritorno alla normalità

Obbligazioni e tassi d’interesse: il ritorno alla normalità

La stagione delle vacche grasse, o delle politiche monetarie ultra-espansive, ha ridotto la volatilità dei mercati ai minimi termini e fatto crollare i rendimenti dei mercati obbligazionari.

In realtà, nessuno sa con esattezza se l’abbattimento dei tassi sia dovuto alle mosse delle banche centrali oppure al calo della produttività, all’invecchiamento della popolazione o una combinazione di essi. Sta di fatto che da quando i dati sul ciclo economico sono favorevoli non si fa altro che parlare di “normalità dei tassi d’interesse”. L’aumento dei rendimenti delle ultime settimane può essere letto come l’aggiustamento dei mercati in seguito a questa nuova fase. D’altro canto se le banche centrali non hanno perso la loro capacità di influenzare i tassi d’interesse, man mano che le banche centrali tirano il freno, i tassi dovrebbero salire e la volatilità aumentare.

Quanto velocemente saliranno i tassi d’interesse?

Un modello di politica monetaria largamente utilizzato è la cosiddetta Taylor Rule. Con questa regoletta, si può ipotizzare quale debba essere il livello del tasso d’interesse nominale di riferimento tenendo conto degli scostamenti tra gli attuali tassi d’inflazione e di disoccupazione rispetto ad un livello potenziale di piena occupazione. La Taylor Rule non è legge, ma uno (dei tanti) modelli di riferimento per avere un’idea dei margini di manovra delle banche centrali. Confrontando il livello dei tassi d’interesse d’equilibrio suggeriti dalla Taylor Rule con quelli attuali, la FED dovrebbe aumentare i tassi di circa 250 punti base, la BCE di 180 e così via.

Purtroppo nessuno sa con esattezza quale dovrebbe essere il livello corretto dei tassi d’interesse di riferimento, e come reagiranno di conseguenza i mercati. Dal mio osservatorio credo che la maggior parte degli analisti si aspetti un processo di normalizzazione graduale nel tempo, anche perché le banche centrali vorranno ridurre al minimo gli effetti negativi sui mercati. Il ritmo di aggiustamento dipenderà in larga parte da tre fattori:

  1. dalla robustezza del ciclo economico
  2. dalla traiettoria dell’inflazione
  3. dall’impulso delle politiche fiscali

Una nuova era

Dopo anni di politiche monetarie ultra-espansive stiamo per entrare in una nuova fase di normalizzazione dove la volatilità dovrebbe aumentare e la differenziazione tra i premi al rischio offerti dal mercato obbligazionario dovrebbe essere più marcata. Può essere un bel periodo per “i bravi” gestori attivi. In ogni caso bisogna tenersi forte e allacciare le cinture.


Investire con i Portafogli AO è semplice e conveniente

Comincia subito!

Scritto da

Segue tematiche economiche e finanziarie per il team financial strategies group di Advise Only. Dopo aver conseguito una doppia laurea in Management all’Università di Torino e all’ESCP Europe, ha deciso di proseguire i suoi studi con un master in Economia Internazionale a Paris Dauphine. Dopo 4 anni di vita parigina ed esperienze lavorative come economista e strategist, sbarca in Advise Only con l’obiettivo di sviluppare la parte di analisi economica e congiunturale.

Ultimi commenti
  • bungiorno il discorso sui tassi inflazione e volatilità obbligazioni mi interessa e vi chiedo se si hanno dei titoli di stato italiani btp strip zc in cui si guadagna un 30% con scadenze 2034 e 2039 se conviene venderle e portarsi a casa in guadagno o se tenerle alla scadenza (avrei 2,5 interesse annuo fino a scadenza)? potrebbero scendere o salire bruscamente?????come funzionano?

    • Cosa fare dipende da te, ma sappi che bastano 180 punti base di rialzo dei tassi circa per azzerare il tuo guadagno del 30% sulla scadenza 2034 e 140 punti base circa sulla scadenza 2039. In ogni caso come dico nel nel post nessuno sa con esattezza quando e di quanto possono salire i tassi.

      • grazie delle info, in effetti il pericolo è che se salgono i tassi o inflazione scendano di prezzo e perderei i guadagni. oppure se decido di accontentarmi del 2,5% annuo li devo portare a scadenza. grazie mille delle delucidazioni …..venderò e poi se dovessero esserci ulteriori occasioni di entrata a prezzi bassissimi rientrerò…….vendi e pentiti !!!!!!!grazie e adviseonly è un ottimo sito..grandi

lascia un commento