a
a
La crescita anemica della zona euro potrebbe essere legata alla presenza di aziende zombie, che a malapena a galleggano, ripagando giusto i costi legati al loro finanziamento. Indovinate un po’ qual è il  Paese con la più alta percentuale di capitale “incagliato” in aziende zombie?

Un problema di crescita?

Il primo indiziato per la crescita anemica della zona euro potrebbe essere l’altrettanto limitato tasso di crescita della produttività, che dal 1992 ad oggi non riesce a tenere il passo con le altre economie. Nell’attesa che gli economisti convergano sulle ragioni di questo fenomeno, un recente studio dell’OCSE lega la bassa produttività alla presenza delle cosiddette aziende zombie, e cioè quelle aziende che hanno un business model che a malapena riesce a ripagare i costi associati al finanziamento.

The Walking Dead

Gli zombie riescono a trascinarsi tra la vita e la morte per anni, anche grazie alla connivenza dei creditori, e sono pericolosi, perché altamente infettivi. Infatti, un’elevata quota di aziende zombie non solo riduce la produttività totale, ma rischia anche di contagiare le imprese sane, limitando la competizione e il trasferimento dell’innovazione.

Tutto ciò pesa negativamente su occupazione e investimenti, elementi fondamentali per la produttività e la crescita. In poche parole, il sangue marcio degli zombie, impedisce il classico meccanismo di “distruzione creatrice” del mercato.

La terra dei non-morti

E sapete qual è il Paese con la più alta percentuale di capitale “incagliato” in aziende zombie? L’Italia, ovviamente!
 

Banca Monte dei Paschi di Siena è l’esempio più lampante di impresa zombie e di quanto possa costare a livello nazionale trascinare per anni un’azienda costantemente tra la vita e la morte, con un bilancio da ripulire ed un business model tutto da ripensare.

zombie2

Fonte: OECD, calcoli su dati FMI, Financial Soundness Indicators e ORBIS.

Pensate che sia sufficiente uscire dall’euro per risolvere questo problema? Proprio sicuri?


Fai come altri 40.000 italiani, iscriviti gratis alla nostra newsletter!

Tag Articolo
Scritto da

Segue tematiche economiche e finanziarie per il team financial strategies group di Advise Only. Dopo aver conseguito una doppia laurea in Management all’Università di Torino e all’ESCP Europe, ha deciso di proseguire i suoi studi con un master in Economia Internazionale a Paris Dauphine. Dopo 4 anni di vita parigina ed esperienze lavorative come economista e strategist, sbarca in Advise Only con l’obiettivo di sviluppare la parte di analisi economica e congiunturale.

Ultimi commenti
  • Guardando però il grafico e vedendo le % di aziende zombie in Spagna e Portogallo, non sono poi dati lontanissimi da quelli dell’Italia, eppure mi chiedo come mai invece da loro il PIL cresca, e crescano pure i prezzi delle case.

    • Perché non c’è mai un solo fattore che spiega tutto, ma è per lo più una combinazione di fattori che fanno crescere l’italia meno degli altri paesi della zona euro ormai da tempo.

lascia un commento