a
a
HomeECONOMIA E MERCATIECONOMIA, POLITICA E SOCIETA'No tapering, no party. Come investire in questo momento

No tapering, no party. Come investire in questo momento

E così, nel Federal Open Market Committee della FED tenutosi  ieri, il Presidente della FED Ben S. Bernanke ha compiuto l’azione più clamorosa che ci si potesse aspettare: non ha fatto nulla.

Insomma niente tapering per il momento, poiché le condizioni dell’economia USA non sono abbastanza convincenti. Quindi, per ora, non viene ridotto l’acquisto di obbligazioni da parte della banca centrale USA, che continuerà con acquisti al ritmo di $85 miliardi al mese. Bernanke ha aggiunto:

“la FED determina le sue mosse in base a  ciò che serve all’economia, anche se questo dovesse sorprendere i mercati”.

I mercati hanno reagito positivamente: il rendimento del bond decennale USA  è diminuito dello 0,16% in una sola seduta, le Borse asiatiche sono ai massimi degli ultimi quattro mesi e anche le Borse europee sono positive al momento della redazione di questo post. Focalizzandoci sull’Italia, il rendimento del BTP decennale è in calo, nonostante l’incertezza politica.

Da quando Bernanke ha iniziato a parlare di “tapering”, i tassi d’interesse sono aumentati vistosamente (si veda il grafico), ed è aumentato il costo di finanziamento per imprese e cittadini. La decisione di ieri sembra rivelare una certa “preoccupazione” che il recente aumento dei tassi possa pesare sul ritmo di crescita dell’economia USA. Bernanke preferisce dati più solidi (disoccupazione in netto calo e una crescita effettiva) prima di chiudere i rubinetti e avviare il tapering.

Variazione cumulata in punti base sul titolo di Stato decennale USA

 Clicca per ingrandire

tapering-andamento-titolo-di-stato-usa

Adesso proviamo a guardare queste scelte di politica economica dal punto di vista del risparmiatore e dell’investitore. Ad esempio che impatto ha tutto ciò sulle idee di investimento del Portafoglio Express? L’Asset Allocation mensile cambia oppure no?

No, secondo noi di Advise Only non cambia nulla in termini sostanziali: è solo questione di tempo e il tapering ci sarà, perciò i tassi d’interesse hanno più spazi di salita che di discesa; restiamo quindi convinti che aumentare la quota di azioni in portafoglio (specie sull’area europea), diminuendo le obbligazioni internazionali e incrementando la componente monetaria sia la mossa giusta nel medio periodo.

Prova il servizio Portafoglio Express: hai a tua disposizione 9 portafogli realizzati dagli esperti di Advise Only, puoi scegliere quello che ti piace di più, copiarlo sul tuo account e seguirne l’andamento del tempo. Il tutto è gratis!

 

Scritto da

Un cambio di rotta nella finanza personale. Con www.adviseonly.com in pochi click puoi realizzare un portafoglio di investimento. Accorciamo le distanze tra te ed i tuoi investimenti, rendendoti ad ogni passo più autonomo e consapevole.

Ultimi commenti
  • Ma la liquidità (che non rende nulla) e che si mette in un portafoglio diversificato generalmente poi come viene investita? La si lascia lì per 1 o 2 anni in attesa ceh i tassi salgano e poi quando i tassi sono saliti si torna ad usare tale liquidità per comprare obbligazioni a lunga scadenza?
    O la si tiene lì con l’idea di comprare altre azioni dopo un eventuale correzzione dei prezzi azionari al ribasso?

    • Raffaele Zenti

      La liquidità è un investimento tattico, non strategico: diversifica il portafoglio e abbassa il rischio, avendo aumentato la componente azionaria. Se nei prossimi mesi i bond “core” EU e USA avranno total return negativo, il cash risulta un sostituto imperfetto che, anche se non performa, almeno non fa perdere soldi (visto che non è quasi mai consigliabile riempirsi solo di azioni). Noi utilizziamo ETF Cash per praticità (hanno un ISIN, sono quotati, consentono di valorizzare il portafoglio, ecc), ma è ovviamente possibile utilizzare anche titoli obbligazionari a breve come i BOT o depositi (soppesando bene rischi controparte e vincoli di investimento, se parliamo di depositi vincolati).

  • Carissima redazione forse sarebbe il caso che rivolgeste la Vostra attenzione alla bolla dell’equity, piuttosto che concentrarvi sul tapering.

    • Raffaele Zenti

      Non riteniamo che ci sia una “bolla” dell’equity. Le azioni di alcune aree geopolitiche e di alcuni settori possono essere care, ma da qui ad esserci una bolla… Una bolla speculativa è molto diversa. A cominciare dai “multipli”, cioè misure come P/E, o P/Book, o Dividend Yield, che schizzano su livelli privi di alcuna giustificazione. E non è questo il caso attuale, almeno per quanto riguarda gli indicatori che monitoriamo noi.

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.