a
a
HomeINVESTIREASSET ALLOCATIONAsset Allocation di gennaio: le sfide del post Covid

Asset Allocation di gennaio: le sfide del post Covid

In meno di venti giorni abbiamo eliminato dai radar Trump e la Brexit. Certo, non sono mancati gli effetti speciali, ma ora possiamo pensare ad altro. Gran parte di quello che succederà nel 2021 è funzione del piano vaccinale. Ad oggi siamo solo all’inizio, i vaccini approvati sono solo due, e i piani nazionali di vaccinazione devono ancora entrare a pieno regime.
 

 
La strada sarà probabilmente ancora lunga e accidentata, ma con la bella stagione la percezione della crisi pandemica potrebbe definitivamente affievolirsi, grazie all’aumento della temperatura (che, fra le altre cose, riduce la capacità di sopravvivenza del virus) e all’effetto delle campagne vaccinali, proprio nel momento in cui i primi effetti delle politiche fiscali inizieranno a farsi sentire (prima negli USA, poi in Europa). Almeno, questa è la narrazione prevalente fra la maggior parte degli analisti.
 

L’allentamento delle misure di lockdown dovrebbe favorire la ripresa economica

Ampiamente sostenuta da una politica fiscale e monetaria espansiva, allungando ancora di un anno il favorevole ciclo di Borsa che premia un po’ tutte le asset class. Il club degli inflazionisti sostiene che l’attuale spinta fiscale e monetaria morderà sui prezzi al consumo, che cresceranno non appena i negozi riapriranno e le banche centrali saranno costrette a correggere il tiro. Sul fronte opposto, i deflazionisti sostengono che la ripresa sarà molto più lenta del previsto e che gli effetti del Covid-19 sull’economia reale saranno molto più profondi di quello che suggeriscono i tassi d’interesse, con un incremento del rischio di default tra le imprese.
 
Noi che siamo “tipi da numeri” vi riportiamo i dati ottenuti mediando le previsioni degli economisti per il 2021:

  • per l’economia mondiale, la mediana delle previsioni di crescita del PIL reale è pari al 5,2%, mentre quella per l’inflazione è pari a 2,7%;
  • per l’Eurozona, la mediana è invece pari al 4,3% per il PIL reale e allo 0,9% per l’inflazione;
  • infine, per l’Italia la mediana è pari al 5,2% per il PIL reale, con una corrispondente inflazione dello 0,5%.

Dal canto nostro, ci allineiamo al consensus, ritenendo gli scenari estremi di inflazione e deflazione decisamente meno probabili.

Quindi, che fare? Vediamo le valutazioni delle varie tipologie di investimenti.

 

Le valutazioni per asset class

Bisogna accontentarsi, le valutazioni sono sempre più tirate. In generale, le materie prime hanno valutazioni migliori rispetto a bond e azioni.

I mercati azionari sono in generale cari. In compenso, il momentum rimane molto favorevole, con l’eccezione dell’Eurozona, unico mercato ad avere momentum negativo. La Russia è invece l’unico Paese (tra quelli di una certa dimensione) ad avere un doppio giudizio positivo, sia sulle valutazioni fondamentali sia sul momentum, mentre tra i Paesi sviluppati il Giappone resta quello nel complesso più attraente.

Sul fronte settoriale, l’Energy e i Financials sono gli unici ad avere sia momentum che valutazioni fondamentali abbastanza attraenti, mentre la tecnologia, carissima, vede in calo anche gli indicatori Momentum e quindi sta perdendo abbrivio.

La volatilità sulle piazze borsistiche principali è rientrata nei valori di norma, anche se si mantiene un po’ più alta della media storica a cinque e dieci anni (entrambe, a onor del vero, basse in modo anomalo). Ciò significa che sul mercato c’è fisiologica tensione, ma non attesa di catastrofi.

Sul fronte obbligazionario non c’è grande valore, con qualche eccezione: le obbligazioni governative giapponesi e quelle High Yield USA. Va detto che le politiche monetarie prevalenti in larga parte del mondo restano largamente supportive rispetto alle quotazioni dei bond, sicché se e è vero che i prezzi non hanno ex-ante grandi motivi per salire sensibilmente è anche vero che non hanno forti ragioni per scendere in modo drammatico.

Le materie prime godono di valutazioni fondamentali positive, che diventano ancora più appetibili se confrontate con bond e azioni. Tuttavia, materie prime legate all’energia e al bestiame hanno un momentum molto sfavorevole.

 

Come stanno andando i portafogli AO?

I portafogli se la cavano molto bene. L’unico che nell’ultimo anno ha una performance negativa è euro tsunami, ma è coerente con il suo obiettivo; gli altri sono quasi tutti in doppia cifra. Gran parte dei temi che riteniamo con più valore sono presenti. Perciò non ci sono ragioni per cambiare l’asset allocation di base o per effettuare sostituzione tattiche.

Portafogli Tematici
Non abbiamo effettuato variazioni di asset allocation.

 

Portafogli Obiettivo Perf. 1 mese % Perf. 3 mesi % Sortino ratio da avvio
Etico 6.5 2.12 0.8
Euro OK 3.17 -0.24 1.08
Euro Tsunami 3.06 3.08 0.69
Intermedio 3.61 2.24 1.05
Lazy 6.11 1.85 1.33
MegaTrends 24.23 14.11 1.12
Tempo Stabile 4.32 -3.84 0.8

 

Portafogli Tattici

Abbiamo eliminato l’Asia Pacific e il fattore “minima volatilità”, aumentando il tema Quality e Giappone. È stato inoltre sostituito lo strumento con ISIN (LU0950672476) con il seguente e analogo ETF (LU1169822266), a seguito di un processo di fusione per incorporazione.

 

Portafogli Obiettivo Perf. 1 mese % Perf. 3 mesi % Sortino ratio da avvio
Rischio Alto 3.9 -1.31 0.71
Rischio Medio 4.49 0.76 0.78
Rischio Basso 3.95 1.24 0.94

 

Portafogli Obiettivo

Sul portafoglio pensione e figli ad accumulo abbiamo allungato parzialmente la duration eliminando l’esposizione al floating.

 

Portafogli Obiettivo Perf. 1 mese % Perf. 3 mesi % Sortino ratio da avvio
Figli Accumulo 0-5 anni 1.98 8.94 1.42
Figli Accumulo 5-10 anni 2.97 11.71 1.32
Figli Accumulo oltre10 anni 3.34 14.47 1.23
Figli Reddito 0-5 anni 2.27 9.26 1.19
Figli Reddito 5-10 anni 3.34 13.14 1.17
Figli Reddito oltre10 anni 4.42 17.09 1.08
Pensione Difensivo 0-7 anni 1.7 7.34 1.55
Pensione Difensivo 7-20 anni 2.86 11.68 1.34
Pensione Difensivo oltre20 anni 3.05 13.04 1.23
Pensione Dinamico 0-7 anni 1.89 8.67 1.43
Pensione Dinamico 7-20 anni 3.05 13.04 1.22
Pensione Dinamico oltre20 anni 3.24 14.43 1.12
Reddito Difensivo 0-5 anni 1.2 8.81 0.8
Reddito Difensivo 5-10 anni 2.25 13.99 0.71
Reddito Difensivo oltre10 anni 2.73 16.47 0.68
Reddito Dinamico 0-5 anni 1.94 12.48 0.71
Reddito Dinamico 5-10 anni 2.56 15.78 0.71
Reddito Dinamico oltre10 anni 3.25 19.32 0.68

 

 



1 – The effect of temperature on persistence of SARS-CoV-2 on common surfaces

 

Scritto da

Un cambio di rotta nella finanza personale. Con www.adviseonly.com in pochi click puoi realizzare un portafoglio di investimento. Accorciamo le distanze tra te ed i tuoi investimenti, rendendoti ad ogni passo più autonomo e consapevole.

Ultimi commenti
  • Avatar

    Salve.
    Le performances % a 1 mese o a 3 mesi dei singoli portafogli, sono annualizzate?

  • Avatar

    I vostri portafogli (tematici, obiettivo ecc.) vengono pubblicati? Sarebbe interessante vedere come sono costituiti.
    Grazie

    • Maria Paulucci

      Buongiorno,

      ecco il link https://www.adviseonly.com/portafoglio-tematici/.

      Qui trova le varie composizioni dei portafogli tematici, e nelle pagine analoghe dei portafogli obiettivo può trovare le composizioni dei portafogli obiettivo.

      Un cordiale saluto!

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.