a
a
HomeECONOMIA E MERCATICOMMENTO AL MERCATOBollettinoAO | Le Borse toccano nuovi massimi, Apple sopra i 135 dollari

BollettinoAO | Le Borse toccano nuovi massimi, Apple sopra i 135 dollari

L’Italia è fanalino di coda in Europa secondo le previsioni di crescita per il 2017 e 2018 della Commissione UE. Apple taglia un nuovo traguardo oltre i 135 dollari per azione, mentre l’indice MSCI Mondo tocca un nuovo massimo storico.

Quali sono stati i fatti salienti della settimana?

  • L’Italia all’ultimo posto. La Commissione Europea ha pubblicato le previsioni di crescita per il biennio 2017-2018: la zona euro dovrebbe crescere del +1,6% nel 2017 e del +1,8% nel 2018. L’Italia si conferma il fanalino di coda con un tasso di crescita per il biennio in esame del +0,9% e del +1,1%, rispettivamente.
  • La grande divergenza. La Presidente della Fed Janet Yellen non vuole aspettare troppo prima di alzare i tassi d’interesse; la BCE invece sembra intenzionata ad ammorbidire i vincoli che legano il QE al peso specifico delle Banche Centrali sul capitale della BCE. In questo modo, Francoforte potrebbe comprare più titoli periferici.
  • Guai giapponesi. Toshiba crolla in Borsa dopo una svalutazione da 6 miliardi di euro che ha coinvolto l’attività legata al nucleare. Il presidente Shigenori Shiga si è dimesso

Grafico della settimana

Il mercato americano cresce senza sosta e Apple taglia un nuovo traguardo: il titolo supera il 135 dollari per azione e la capitalizzazione di Borsa i 700 miliardi di dollari (Bloomberg).

Come si sono mossi i mercati

Le azioni corrono grazie al mercato Usa ed ai Paesi Emergenti: l’indice MSCI Mondo ha toccato un nuovo massimo storico. Le parole poco accomodanti della FED non hanno pesato eccessivamente sui mercati obbligazionari. Il clima rimane favorevole agli attivi rischiosi e ai ciclici.

In agenda

Ecco i dati macroeconomici che saranno pubblicati nel corso della prossima settimana e la stima del consensus (fonte: Bloomberg).

Europa – La pubblicazione più attesa è quella del PMI e dell’inflazione di febbraio per la zona euro. A seguire il PIL tedesco (quarto trimestre 2016) e l’indice IFO.

USA – In agenda  l’indice di fiducia del Michigan, l’indice PMI e i numeri relativi alla vendita di case nuove e di abitazioni esistenti.

Giappone –  Anche qui atteso il dato sul PMI di febbraio.

BRICS – La Banca Centrale brasiliana dovrebbe tagliare i tassi al 12,25% dal 13%.


Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime notizie dei mercati?

Scritto da

Un cambio di rotta nella finanza personale. Con www.adviseonly.com in pochi click puoi realizzare un portafoglio di investimento. Accorciamo le distanze tra te ed i tuoi investimenti, rendendoti ad ogni passo più autonomo e consapevole.

Nessun commento

lascia un commento