a
a
HomeECONOMIA E MERCATIECONOMIA, POLITICA E SOCIETA'Alla scoperta degli MT SAAS, i leader tecnologici di domani

Alla scoperta degli MT SAAS, i leader tecnologici di domani

È dal 2013, da quando Jim Cramer di Mad Money coniò il termine “FAANG” che gli investitori hanno cominciato a puntare massicciamente su questo basket di azioni – e per una buona ragione. I colossi FAANG dominano i loro mercati, fungendo di fatto da “blue chip” tech e da proxy per la categoria tecnologica più in generale. Facebook, Amazon, Apple, Netflix e Google hanno tutti beneficiato della diffusione dei dispositivi tecnologici e dell’adozione del mobile degli ultimi due decenni. Anche gli investitori che hanno scommesso su questo trend sono stati premiati in modo significativo, poiché i titoli in questione hanno superato tutti i principali indici di mercato con un rendimento sbalorditivo, anche durante la pandemia.

Tuttavia, ora iniziano i primi dubbi e molti analisti si chiedono se gli “anni migliori” non siano già alle spalle, dato che la penetrazione di Internet è ormai arrivata al punto di saturazione in molti Paesi del mondo, Nord America in primis. Gli investitori si aspettano un calo della crescita dei FAANG, ma di certo non si attendono un rallentamento dell’industria tecnologica, un settore che si reinventa costantemente e la cui quota totale sul PIL globale continua ad aumentare a tassi spettacolari.

Quindi cosa prenderà il posto dei FAANG? Quale sarà il mega-trend capace di produrre il prossimo paniere di leader di mercato con un potenziale simile ai FAANG? Sembrerebbe il cloud computing, il “nuovo” mega-trend del prossimo decennio.

 

La tecnologia che definirà il PIL globale

È la parte software a rappresentare il segmento tecnologico in più rapida crescita, una crescita quasi totalmente in capo al cloud computing che entro il 2030 rappresenterà la stragrande maggioranza di tutto il comparto software. In parole povere, il cloud computing viene utilizzano in tutti i software, hardware e servizi ed è l’innovazione più entusiasmante della tecnologia, il che lo rende uno dei temi che inciderà maggiormente sul PIL globale nei prossimi anni. Basta andare a sbirciare il Bessemer-Nasdaq Emerging Cloud Index (EMCLOUD), un indice che funge da punto di riferimento per il mercato pubblico del software cloud. Vediamo come sia aumentato di 10 volte dal 2013 con un rendimento annuo composto del 37%.
 

 
Anche all’interno di questo paniere di innovatori del mercato ad alte prestazioni, le aziende top in questa corsa stanno iniziando ad emergere e molto probabilmente diventeranno leader di mercato a lungo termine. I principali concorrenti sono quattro: Salesforce, Adobe, Shopify e Twilio. Microsoft e Amazon sono le due ulteriori aziende da seguire all’interno del più ampio settore tecnologico, considerando sia la rapidità con cui hanno abbracciato il cloud computing, sia quanto il cloud sia fondamentale per la loro strategia di crescita. Dal 2019 al 2020, Azure è cresciuta di oltre il 50% su base annua e AWS, il fornitore leader di servizi cloud, è cresciuto di oltre il 30% sempre su base annua. Con questi numeri, ci si aspetta di vedere le società madri Microsoft e Amazon ottenere la maggior parte della capitalizzazione di mercato dalle loro attività cloud nei prossimi anni.
Forse è giunto il momento di integrare i FAANG, introducendo un raggruppamento di formidabili titoli che catturi le alte prestazioni del settore tecnologico in un mondo di cloud-first, e i titoli MT SAAS, che sta per Microsoft, Twilio, Salesforce, Amazon, Adobe e Shopify, sembrano proprio una delle opzioni migliori.

 

Chi sono gli MT SAAS

Non sono altro che un paniere di aziende con cui si ottiene un mix di app (CRM, ADBE, SHOP) e infrastrutture (MSFT, TWLO, AMZN), giganti storici (MSFT, AMZN) e sfidanti iper growth (CRM, ADBE, SHOP, TWLO), tutti con gli stessi modelli di distribuzione cloud, modelli di business cloud, alta crescita, e potenziale di margine a lungo termine. Microsoft è diventata una forza del mondo cloud-powered, con il suo business Azure continua a crescere ~50% YoY. Con il 25% dei carichi di lavoro nel cloud oggi e una solida seconda posizione dietro solo ad Amazon Web Services, Azure beneficia della crescente transizione al cloud, e si è imposto come il fornitore preferito in molti ambienti.

 

Alla scoperta di Twilio

Twilio fornisce piattaforme di comunicazione per altre aziende, grazie alla quale queste ultime sviluppano una propria strategia unica per la comunicazione con i propri clienti, offrendo una combinazione di messaggi di testo, e-mail, app alerts, ecc. La piattaforma Twilio è utilizzata da molte delle più grandi aziende del mondo, come Home Depot, Lyft, Airbnb e ne definisce le comunicazioni cloud, anche se in questo caso con solo il 13% delle aziende che oggi utilizzano la piattaforma di comunicazione come servizio. Secondo Morgan Stanley, l’azienda ha comunque ampio spazio per crescere. Le importanti acquisizioni di SendGrid e Segment ampliano strategicamente il mercato totale e l’offerta ai clienti. L’IPO di Twilio? Aveva un prezzo di 15 dollari per azione nel 2016, oggi le azioni superano i 275 dollari; un aumento di 19 volte in meno di cinque anni.
 

 

Salesforce non ha bisogno di presentazioni

Salesforce è l’attore principale della prima ondata di Software-as-a-Service ed è stata la prima IPO iconica dell’ecosistema del cloud computing. Il ticker azionario “CRM” riflette il loro predominio nella categoria del Customer Relationship Management, che oggi ha una visione multi-cloud molto più ampia che include il Customer Service, il Marketing e l’Analytics. Alla sua IPO, Salesforce aveva un limite di mercato di ~1,7 miliardi di dollari; oggi, la sua capitalizzazione di mercato è quasi 100 volte maggiore e si aggira intorno ai 230 miliardi di dollari.

 

Ma c’è anche Amazon

Amazon è l’unico attore FAANG presente, grazie al suo magistrale abbraccio del cloud come business adiacente alla sua dominante piattaforma di e-commerce. Amazon è stata la prima azienda a muoversi nel mercato dei cloud pubblici, lanciando Amazon Web Services (AWS) nel 2006. AWS ha permesso alle aziende cloud di esternalizzare i servizi di calcolo, storage e database e di concentrarsi sulle loro competenze fondamentali. La capitalizzazione di mercato di Amazon è passata da 16 miliardi di dollari a circa 1,6 trilioni di dollari in 14 anni, un incremento di circa 100x. Se si trattasse di un’azienda free standing, Amazon Web Services sarebbe probabilmente la società di software o cloud più preziosa del pianeta, con oltre 40 miliardi di dollari di ricavi annualizzati e un reddito operativo del 29%. Con un tasso di crescita del ~30% YoY, non sembra rallentare molto presto.
 
*Dati forniti da Bessemer Venture Partners e CapIQ; IRR a 1, 3, 5, 10 anni CapIQ

 

Anche Adobe si fa strada nel mondo cloud

Adobe, il software dei designer digitali negli ultimi 40 anni. Ma nel 2013, l’azienda ha iniziato la transizione verso il cloud, passando dal software Creative Suite al Creative Cloud in versione cloud. E anche se la trasformazione è stata dolorosa, sono riusciti a trasformare un’azienda che è cresciuta meno del 10% fino al 2012 in un’azienda che è cresciuta di oltre il 24% nel 2019 con più di 11 miliardi di dollari di fatturato. Dal 2001 al 2013, le azioni di Adobe hanno vacillato principalmente in un ristretto intervallo di 30-60 dollari, e dopo la trasformazione del cloud è salito a circa 460 dollari.

 

L’avvento di Shopify

Shopify ha trasformato l’e-commerce, rendendo possibile a chiunque in tutto il mondo la creazione di un negozio online e la vendita dei propri prodotti, sia fisici che digitali. Più recentemente, Shopify ha anche stratificato i pagamenti e ha reso il processo end-to-end semplice e facile da usare per i commercianti a livello globale. Essendo la società più veloce a crescere in questo paniere di cloud, Shopify offre ancora circa il 100% di crescita annuale sui loro miliardi di fatturato, portando la loro capitalizzazione di mercato da 2 miliardi di dollari a 113 miliardi di dollari negli ultimi quattro anni. Gli analisti suggeriscono una crescita sostenuta in vista di un’accelerazione COVID per questa piattaforma commerciale che si pone come principale alternativa ad Amazon eCommerce.

 

Le prestazioni dei titoli MT Saas negli ultimi anni

C’è una sovraperformance materiale sia a breve che a lungo termine, quando si confronta la performance dei titoli MT SAAS rispetto ai titoli FAANG. Secondo Bressere Venture Partners, negli ultimi quattro anni i FAANG hanno registrato un rendimento totale del 330% e un IRR annualizzato del 39%, ma ben al di sotto dell’803% totale e del 65% del paniere MT SAAS. Il consenso degli analisti suggerisce che il paniere MT SAAS dovrebbe essere in grado di mantenere in media tassi di crescita significativi e livelli di cash flow positivi anche nel lungo periodo. Inoltre, negli ultimi 30 anni abbiamo assistito a due immensi trend tecnologici, con la doppia ondata di internet e le onde anomale mobili che hanno spinto le società FAANG ad altissimi livelli. Stiamo ora assistendo all’inizio della terza grande dislocazione tecnologica recente, con gli eventi del 2020 che sono ulteriormente serviti ad accelerare e cementare la transizione globale al cloud computing.

 
1 – L’indice Bessemer-Nasdaq Emerging Cloud Index (^EMCLOUD) è un indice tracciabile ma non negoziabile fornito congiuntamente da Bessemer Venture Partners e Nasdaq. Il WisdomTree Cloud Computing Fund (^WCLD) è un Exchange Traded Fund indipendente e negoziabile che concede in licenza il set di dati ^EMCLOUD.
2 – Italia in recessione: il calo del PIL ha un impatto sulle pensioni?
3 – Cosa c’entrano le Faang con l’emergenza Covid?

Scritto da

Jessica, nata e cresciuta a Trento, ha conseguito la laurea triennale in commercio internazionale a Milano per poi trasferirsi in Olanda e continuare lì la sua avventura accademica. La passione per i viaggi l'ha portata a vivere e lavorare per diverse start-up in giro per il mondo, sempre in ambienti internazionali e multiculturali. Ama scrivere e trascorrere i fine settimana sulle sue amate Dolomiti trentine.

Ultimi commenti
  • Avatar

    Ciao Jessica, interessante articolo ricco di spunti e valutazioni. Avresti qualche altro megatrend da suggerire, magari in ambito non tecnologico? Grazie e saluti,

  • Avatar

    Ciao,
    c’è un Etf che inglobi questa tipologia di titoli?
    Grazie

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.