a
a
HomeECONOMIA E MERCATIECONOMIA, POLITICA E SOCIETA'La Federal Reserve aspetta il nuovo governatore, come si è comportato Bernanke?

La Federal Reserve aspetta il nuovo governatore, come si è comportato Bernanke?

Ben Bernanke è ormai giunto a fine mandato, gli scatoloni sono pronti e presto lascerà lo scranno più alto della Federal Reserve a Janet Yellen.

Tempo di bilanci, quindi: è lecito chiedersi come sono andate le Borse USA durante la presidenza Bernanke. Nello specifico, come è andato l’indice più noto, il Dow Jones? E sotto gli altri presidenti della FED, dalla sua fondazione ad oggi, che cosa è successo?

Le risposte la trovate nella tabella seguente (cortesia del Bespoke Investment Group).

bernanke-greenspan-fed

Il Dow, sotto Bernanke, ha fatto benone. Soprattutto in luce del fatto che l’indice ha perso ben il 50% da gennaio 2006 (quando si è insediato) a marzo 2009, fronteggiando la peggior crisi economica dal 1929. Tuttavia “HeliBen” Bernanke ha regalato a quanti hanno avuto fiducia in lui ed investito nel mercato USA una bella performance a due cifre, vicina al 50%, nettamente superiore all’inflazione.

In ottica comparata rispetto agli altri Presidenti della FED, l’era Bernanke non è stata la più aurea ma… andate a guardare i migliori risultati annualizzati: Crissinger (miglior ritorno annualizzato) e Volcker (secondo miglior ritorno annualizzato), entrambi hanno lasciato poco prima di un crack storico (1929 e 1987). La performance migliore risale a tempi moderni: l’amato/odiato Greenspan, soprannominato “il mago”, un altro che ha lasciato un annetto prima che le cose incominciassero ad andare male e che ha lasciato un’eredità davvero disastrosa al povero Bernanke.

Da segnalare che la performance delle Borse USA nel loro complesso (Dow Jones + S&P500 + Nasdaq Composite) è stata migliore rispetto a quella del Dow Jones: un eccellente +45,91% (soprattutto grazie al Nasdaq).

Con il senno di poi, credere in Bernanke e ripararsi dietro lo scudo della Fed avrebbe pagato…

Scritto da

Alessandro Ruocco è un Consulente d'Investimento Indipendente. Diplomato in Lingue Straniere e laureato in Scienze Biologiche con specializzazione in Etologia, dopo la laurea ha deciso di fare della passione per la Borsa ed i mercati il suo lavoro, ottenendo nel 2000 un Master di Consulenza. In ambito finanziario/economico è specializzato in asset management azionario e con ETF, preferibilmente sui mercati esteri. Tratta e guarda con diffidenza valute e commodities, lascia ad altri obbligazioni e bond vari, non tratta, e mai tratterà, strumenti derivati di nessun tipo. Come Consulente Indipendente non ha conflitto d'interesse con i clienti, in quanto non tratta direttamente i loro soldi. Ottimista per definizione, sopporta poco e male l'eccessivo pessimismo che i media compiacenti stanno diffondendo a piene mani sui mercati. È fortemente convinto che il mondo si salverà, nonostante esistano individui come ZeroHedge e Roubini.

Nessun commento

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.