a
a
HomeINVESTIREASSET ALLOCATIONAsset allocation di novembre: le trimestrali sostengono le Borse

Asset allocation di novembre: le trimestrali sostengono le Borse

Novembre è stato un mese di correzione sul mercato azionario italiano ed europeo. Meglio gli Stati Uniti, spinti dalle ultime positive trimestrali e dalla (oramai prossima) riforma fiscale.


La fine dell’anno si avvicina e il mercato è pronto a dare i suoi giudizi. Il mese di Novembre ha visto finalmente sbloccarsi l’impasse sulla Brexit: Londra e Bruxelles hanno trovato il tanto atteso accordo sulla Brexit Bill, pari a circa 55 miliardi di euro, cifra vicina ai 60 miliardi di euro richiesti dall’Unione. La seconda fase dei trattati prenderà il via dopo che la delicata questione politica sul confine Irlanda-Irlanda del Nord sarà risolta.

Tuttavia le nubi politiche non si allontanano troppo dall’Europa: in attesa dell’appuntamento elettorale italiano (previsto per marzo), in Germania Angela Merkel sta ancora negoziando per arrivare alla formazione di una coalizione di governo entro fine anno.

I mercati azionari

Sui mercati europei le ultime quattro settimane sono stati caratterizzati da una lieve correzione, indeboliti per lo più sul fronte bancario, dove le parole della Presidente della Vigilanza Bancaria, Danièle Nouy, che auspica una regolamentazione più stringente sui crediti deteriorati, hanno contribuito al calo.

A livello globale il momentum rimane positivo per i Paesi Emergenti e per la tecnologia, settore su cui si concentrano i migliori risultati dalle ultime trimestrali. I margini aziendali comunque continuano stabilmente a crescere pressoché in tutti i settori e la bassa (ma stabile) inflazione fanno da supporto alla crescita delle borse.

I mercati obbligazionari

Sul fronte obbligazionario segnaliamo una divergenza nei movimenti lungo la curva dei tassi d’interesse sulle due sponde dell’oceano Atlantico. Infatti la curva dell’Eurozona è ancora inclinata positivamente, mentre quella degli Stati Uniti e del Canada (dove le rispettive banche centrali hanno operato un rialzo dei tassi) si sta appiattendo.

Secondo alcuni osservatori economici questo “appiattimento” è un sintomo di un’economia su cui aleggia l’ombra della recessione. Tuttavia, a nostro avviso, non essendo previsto un aumento a breve termine dell’inflazione e con i tassi di riferimento in salita, questo è un movimento abbastanza normale.

Sul mercato valutario l’euro ha ripreso quota e nel mese di novembre ha guadagnato l’1,8% sul dollaro Usa, che nel mentre si è indebolito a seguito di alcuni iniziali timori su un possibile slittamento della riforma fiscale, ora comunque attesa per il prossimo anno. Infine l’accordo tra Russia e i paesi aderenti all’Opec, che hanno deciso per l’estensione dei tagli alla produzione di petrolio (da controllare) dovrebbe mantenere stabile il prezzo dell’oro nero sui 60 dollari al barile.

Come vanno i nostri portafogli?

[accordion title=”Portafogli Obiettivo”] Questi portafogli sono stati costruiti con uno scopo ben preciso: investire per i figli, per ottenere un reddito integrativo da un capitale disponibile, per accumulare un capitale a lungo termine, oppure per quando si andrà in pensione. Sono composti principalmente da ETF e puntano ai più solidi premi al rischio offerti dai mercati finanziari, ricercando gli attivi con il miglior rapporto tra valore e prezzo, in modo bilanciato e diversificando i rischi. Sono portafogli che non badano molto alla volatilità di breve periodo, perché mirano ad obiettivi più lontani nel tempo.

Clicca qui e prova a configurare il tuo portafoglio ad obiettivo!
[/accordion] [accordion title=”Portafogli Tematici”] Questi portafogli condividono la filosofia d’investimento a medio e lungo termine dei portafogli ad obiettivo, ma puntano su temi ben precisi (ad esempio i grandi trend della nostra società), oppure sono legati a un evento (ad esempio il destino dell’euro). Sono portafogli fedeli alla strategia d’investimento, che non si fanno condizionare troppo dalla volatilità di breve periodo e dal “rumore” dei mercati finanziari: badano al segnale, cioè a ciò che conta davvero.

Clicca qui e prova a configurare il tuo portafoglio tematico!

[/accordion] [accordion title=”Portafogli Tattici”] Questi sono portafogli dall’anima più “dinamica” rispetto agli altri. Investono prevalentemente in ETF e sono soggetti a revisioni e aggiornamenti periodici più frequenti, sulla base dei nostri indici di valutazione e del variare del rischio.

Clicca qui e prova a configurare il tuo portafoglio tattico!
[/accordion]


Come si acquistano i Portafogli AO?

Accedere al mondo di AdviseOnly è semplice e può avvenire in due modi.

  1. Servizio Base: con soli 9€ (da pagare una sola volta) potrete acquistare uno dei nostri portafogli, aggiornato alla data dell’acquisto, da gestire in totale autonomia, utilizzando il servizio di negoziazione della vostra banca. Il nostro team vi avviserà nel momento in cui apporterà una modifica a quello specifico portafoglio, ma non vi sarà possibile vedere la modifica.
    >> Scopri di più!
  2. Servizio AO Tutor: abbonandovi al servizio AO Tutor a soli 49€ all’anno potrete invece scegliere uno dei nostri portafogli e gestirlo nel tempo con l’aiuto del nostro team. Infatti, ogni volta che sarà disponibile un aggiornamento, verrete avvisati via mail e il vostro portafoglio sarà sempre al passo con le condizioni di mercato. Inoltre, avrete un contatto diretto con il nostro team e l’accesso esclusivo agli approfondimenti riservati che pubblichiamo ogni settimana.
    >> Scopri di più!

I portafogli AO: il servizio di consulenza generica che ti semplifica la vita

Scopri i nostri portafogli
Tag Articolo
Scritto da

Un cambio di rotta nella finanza personale. Con www.adviseonly.com in pochi click puoi realizzare un portafoglio di investimento. Accorciamo le distanze tra te ed i tuoi investimenti, rendendoti ad ogni passo più autonomo e consapevole.

lascia un commento