a
a
HomeCAPIRE LA FINANZAABC FINANZA#ABCFinanza: da cosa dipende il prezzo di un’azione?

#ABCFinanza: da cosa dipende il prezzo di un’azione?

Come viene stabilito il prezzo delle azioni e come valutarne l'effettivo valore.

Vi siete mai domandati come si determina il prezzo delle azioni? Chi stabilisce il prezzo? Non è facile comprendere da cosa possa dipendere il prezzo di un titolo azionario, ma in questo articolo cercheremo di essere il più semplici ed esaustivi possibile per permettervi di investire nella compravendita di azioni in modo informato.

 

Ricapitoliamo: cosa sono le azioni?

Come spiegato nelle puntate precedenti1, le azioni sono dei titoli che rappresentano una porzione del capitale di una società. Per esempio, in Italia, le società che dividono il proprio capitale in azioni sono le società per azioni (SpA) e società in accomandita per azioni (SApA).

Di conseguenza, l’acquisto di un’azione si porta dietro alcuni elementi chiave:

  • si diventa proprietari, sebbene per una porzione, della società stessa;
  • si entra a far parte del cosiddetto capitale sociale dell’azienda;
  • si acquisiscono determinati diritti amministrativi (è possibile influire sulla gestione della società) e/o economico-patrimoniali (si percepiscono dividendi).

 

Ma dove si comprano?

Ricordatevi quello che abbiamo già detto in passato: per investire in azioni2 bisogna avere accesso al mercato azionario tramite un intermediario specifico:

  • una piattaforma online: grazie a Internet e allo sviluppo di piattaforme di banking online è possibile comprare e vendere azioni con un semplice click direttamente da casa propria;
  • lo sportello della vostra banca di fiducia, dove si può chiedere l’esecuzione del vostro investimento;
  • una società specializzata in intermediazione (per esempio, una SIM).

Dal punto di vista dei costi, le prime due soluzioni sono sicuramente meno dispendiose della terza e, come accade in altri settori, la formula self service delle piattaforme online è di norma più conveniente dell’assistenza allo sportello.

 

 

Da cosa dipende il prezzo di un’azione?

I prezzi delle azioni cambiano ogni giorno a seconda della domanda e dell’offerta. Se ci sono più persone che vogliono comprare un’azione (domanda) di quelle che vogliono venderla (offerta), allora il prezzo sale. Invece, se ci sono più persone che vogliono vendere rispetto a quanti vogliono comprare, allora c’è più offerta che domanda e il prezzo scende.

In altre parole, le variazioni di prezzo di un’azione indicano sostanzialmente quanto vale una società secondo l’opinione degli investitori. Ma su che determinanti si basa la percezione degli attori che operano sul mercato azionario?

Il prezzo di un’azione oggi dipende:

  • positivamente dai dividendi futuri che il mercato si attende che la società pagherà nel tempo;
  • negativamente dai tasso d’interesse offerti dai mercati obbligazionari;
  • negativamente dal valore del premio al rischio richiesto dagli investitori per detenere le azioni (in genere ritenute più rischiose delle obbligazioni).

Quanto detto ha tre conseguenze importanti:

  • maggiori dividendi futuri attesi da parte del mercato comportano un aumento del prezzo delle azioni, il cosiddetto “Dividend Yield
  • maggiori tassi d’interesse riducono il prezzo dell’azione;
  • maggiore è il premio al rischio richiesto dal mercato, minore sarà il prezzo dell’azione.

 

Il prezzo delle azioni e i dividendi

Come iniziare a investire in titoli azionari? Sicuramente, dobbiamo capire come si forma il prezzo di un’azione. Possiamo dire che il prezzo dell’azione è il valore oggi di una sequenza attesa di dividendi che la società pagherà in futuro. Ma il valore dei dividendi non è certo: esso dipende dalla capacità dell’azienda di generare profitti nel tempo.

A fronte di questa incertezza, l’investitore che si priva di una disponibilità monetaria oggi acquistando l’azione richiede una remunerazione (una sorta di “tasso d’interesse” per ogni dividendo che verrà staccato in futuro). Da questo tasso di remunerazione dipende il valore dell’azione oggi.

Quindi, maggiore è la remunerazione richiesta dall’investitore (ossia dal mercato), minore sarà il prezzo dell’azione oggi. La remunerazione si può idealmente scomporre in due parti:

  • il tasso d’interesse di mercato (quello delle obbligazioni a un anno per il dividendo tra un anno, quello delle obbligazioni a due anni per il dividendo a due anni, e così via);
  • il premio al rischio, una maggiorazione che compensa l’investitore per il maggior rischio delle azioni.

 

Il Dividend Discount Model

Quali azioni conviene comprare? Vi presentiamo (in modo semplificato) un modello, quindi un riferimento concettuale, tradizionalmente utilizzato per spiegare il valore di un’azione: il Dividend Discount Model.

Immaginiamo di acquistare l’azione della società A, che paga dividendi annui. Come spiegato in precedenza, in quanto possessori dell’azione dovete essere interessati a conoscere da cosa dipende il suo valore (il cosiddetto “fondamentale”) o prezzo, alla data di oggi. Nella sua semplicità il modello non è poi così privo di evidenza empirica: la crescita dei dividendi non si allontana poi così tanto dall’evoluzione dei prezzi azionari.

 

Prezzo azione | amCharts

 

Ma, come si può evincere dal grafico, non bastano i soli dividendi a spiegare la variabilità dei prezzi. I modelli (anche i più sofisticati) hanno la tendenza a raccontare solo una parte della storia, e il Dividend Discount Model non fa eccezione.

In questo post la trattazione è semplificata e la difficoltà pratica risiede nel fatto che i dividendi, i tassi d’interesse, il premio al rischio variano nel tempo in modo largamente imprevedibile, quindi i loro valori attesi non sono conosciuti con certezza e molteplici sono i fattori (legati all’azienda, finanziari, politici, macroeconomici) che possono incidere sul loro andamento e quindi sul prezzo dell’azione.

Non è tutto qui: esistono altri modelli di riferimento molto popolari, per esempio il Free Cash Flow Model, di cui parleremo nei prossimi articoli.

 



1 – #ABCFinanza: vuoi investire in azioni? Ecco ciò che devi sapere
2 – #ABCFinanza: come iniziare a investire in azioni? Ecco le strategie

Scritto da

Un cambio di rotta nella finanza personale. Con www.adviseonly.com in pochi click puoi realizzare un portafoglio di investimento. Accorciamo le distanze tra te ed i tuoi investimenti, rendendoti ad ogni passo più autonomo e consapevole.

Ultimo commento

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.