a
a
HomeINVESTIREASSET ALLOCATIONAsset Allocation di febbraio: i mercati, per ora, evitano l’epidemia

Asset Allocation di febbraio: i mercati, per ora, evitano l’epidemia

Dalla corona inglese al coronavirus

Finalmente, Brexit fu. Ma attenzione: non è ancora vero divorzio. Piuttosto, siamo entrati nella fase – comunque decisiva – della separazione ufficiale.

L’uscita formale del Regno Unito dall’Unione Europea – avvenuta venerdì 31 gennaio 2020 alle 23:00 ora di Londra – ha segnato l’inizio del periodo di transizione che terminerà il 31 dicembre. E il primo ministro inglese Boris Johnson ha già escluso una proroga.

Ci sono appena 11 mesi, dunque, per mettersi d’accordo sui dettagli del divorzio vero e proprio. E non sono dettagli da poco: relazioni commerciali, accesso alle acque territoriali inglesi per la pesca, giurisdizione della Corte Europea fra gli altri.

A dominare le settimane passate – non possiamo di certo dimenticarcene – è stata anche l’epidemia di coronavirus2 in Cina, con episodi di contagio anche al di fuori del Paese. Le autorità cinesi hanno adottato misure estreme per contenere non solo il contagio da persona a persona, ma anche il contagio economico, con nuove poderose iniezioni di liquidità dalla Banca Popolare.

In Italia, intanto, è stato disinnescato il rischio di elezioni anticipate dopo le prime elezioni regionali del 2020. Sotto i riflettori, in particolare, quelle in Emilia-Romagna, dove il candidato del centrosinistra e governatore uscente Stefano Bonaccini si è imposto sulla sfidante, Lucia Borgonzoni, indicata dalla Lega di Matteo Salvini.

Ciò detto, la coalizione PD-5Stelle al governo resta fragile: riuscirà a lasciarsi alle spalle il -0,3% del PIL trimestre su trimestre registrato negli ultimi tre mesi del 2019?

 

Grafico del mese

Le ripercussioni sul PIL cinese nel primo trimestre dell’anno e nell’intero 2020 sono oramai date per assodate. Lo si è già visto con l’epidemia della SARS, nel 2003. Ma con una fondamentale differenza: da allora, il peso del contributo cinese al PIL globale è significativamente aumentato, e questo desta qualche pensiero. E tra i paesi? Quali sono quelli maggiormente esposti all’economia di Pechino?

 

<a aria-describedby="tt" href="https://www.adviseonly.com/glossary/asset-allocation" class="glossaryLink" data-cmtooltip="<div class=glossaryItemTitle>Asset allocation<span class="dashicons " data-icon="" style="color:#000;display:inline;vertical-align:baseline;"></span></div><div class=glossaryItemBody>L'asset allocation è la ripartizione del portafoglio tra diverse classi di attivi, note anche come asset class (ad esempio liquidità, azioni, obbligazioni e altro) al fine di bilanciare il Rischio e rendimento-rapporto rischio/rendimento nella misura più adatta agli obiettivi e vincoli dell’investitori e al loro orizzonte temporale. È la scelta d'investimento principale, quella che determina l’andamento di un portafoglio in termini di performance. È generalmente frutto di attente analisi(...)</div>">Asset Allocation</a> febbraio Cina | amCharts

 

Brexit, dazi e banche centrali: cosa monitorare?

Le trattative sull’accordo post Brexit, innanzitutto. Sia il Regno Unito che l’UE hanno reso noti i loro obiettivi: per il Regno Unito al top delle priorità ci sono la fine dell’allineamento normativo e la giurisdizione del tribunale dell’UE, mentre l’Unione Europea vuole proteggere l’integrità del mercato unico e dell’unione doganale, con diritti di pesca nelle acque britanniche. Poi l’evoluzione dell’epidemia del nuovo coronavirus, con i relativi effetti sulla crescita.

A proposito di crescita. L’area euro è alle prese con una serie di sfide non di poco conto: ristagno in Italia, rallentamento in Spagna e Francia anche a causa degli scioperi, ovviamente coronavirus e i dazi del presidente USA Donald Trump, che a questo punto potrebbe mettere nel mirino proprio l’Europa.

Risalendo la china dei dati macro, è inevitabile imbattersi nelle banche centrali: autorità monetaria cinese a parte, a gennaio BCE, Fed, Bank of England e Bank of Japan hanno lasciato i tassi invariati. Ma la BCE ha annunciato una revisione della politica monetaria avviata nel 2003 e la BoE potrebbe predisporsi a tagliare per far fronte alla crescita contenuta prevista per quest’anno (+0,8%).

Attenzione, infine, al petrolio: OPEC e Paesi alleati prevedono di incontrarsi a stretto giro per un taglio d’emergenza alla produzione, stante l’effetto sulla domanda cinese dell’epidemia. Senza dimenticare i grandi dossier geopolitici sullo sfondo.

 

Previous

Next

 

Valutazione per asset class

La rinnovata ventata di volatilità non ha portato rilevanti modifiche ai valori delle asset class, sia in termini di valutazioni che di momentum. L’azionario rimane da prediligere all’obbligazionario, rinvigorito dai recenti cali che hanno ridato ossigeno ad alcuni mercati con valutazioni un po’ care.

Risulta sempre migliore la dinamica per i mercati dei Paesi sviluppati rispetto agli Emergenti: le aree dell’Asia – Pacifico e del Sud Europa si confermano tra le più in salute. Tra gli emergenti positiva sempre la Russia e il Brasile, grazie alle recenti riforme del Governo e ai tassi ai minimi storici, nonostante valutazioni mediamente alte.

Per l’obbligazionario, troviamo del valore nel segmento corporate a più alta qualità (investment grade) rispetto al governativo. Tra i primi, meglio l’europeo dato un profilo più solido in termini di livelli di indebitamento. Volatilità infine la riscontriamo nei risultati delle commodities: se da un lato il momentum è negativo pressoché per tutte le asset class (ad esclusione dei metalli preziosi), dall’altro le valutazioni escono migliorate in modo omogeneo.

 

Asset Allocation febbraio Multi | amCharts

 

I portafogli

La diversificazione3 è (l’unica) arma vincente nel mondo della finanza, e anche per le nostre idee d’investimento si è confermata un’ottima alleata. La volatilità degli ultimi giorni è stata ben contenuta dai risultati degli strumenti più difensivi, senza intaccare le performance di quelli più a carattere azionario, che hanno continuato a correre nelle ultime settimane. Complessivamente la performance media dell’ultimo mese si attesta sull’1%, con i risultati migliori nei portafogli maggiormente diversificati.

Dato il contesto quindi, non è stata decisa alcuna modifica (sia di natura strategica che tattica) all’asset allocation delle nostre idee d’investimento.

 

Portafogli Tematici
Non abbiamo effettuato variazioni di asset allocation.

 

Portafogli Tematici Perf. 1 mese Perf. 3 mese Sortino Ratio
Etico 0,68% 2,42% 1,08
Intermedio 0,43% 1,69% 1,45
Euro OK 0,72% 2,22% 1,56
MegaTrends 5,03% 13,07% 1,25
Lazy 2,46% 5,31% 2,62
Tempo Stabile 1,58% 4,92% 1,06
Euro Tsunami 1,40% 1,57% 0,83


*Sortino Ratio da avvio

 

 

Portafogli Tattici
Non abbiamo effettuato variazioni di asset allocation.

 

Portafogli Tattici Perf. 1 mese Perf. 3 mese Sortino Ratio
Tattico Rischio Basso 1,20% 2,61% 1,30
Tattico Rischio Medio 0,86% 2,59% 1,18
Tattico Alto 0,76% 2,74% 1,18


*Sortino Ratio da avvio

 

 

Portafogli Obiettivo
Non abbiamo effettuato variazioni di asset allocation.

 

Portafogli Obiettivo Perf. 1 mese Perf. 3 mese Sortino Ratio
Reddito Dinamico 0-5 anni 0,36% 0,73% 1,29
Reddito Dinamico 5-10 anni 0,59% 1,22% 1,18
Reddito Dinamico oltre 10 anni 0,43% 1,24% 1,03
Reddito Difensivo 0-5 anni 0,61% 0,83% 1,35
Reddito Difensivo 5-10 anni 0,51% 0,97% 1,21
Reddito Difensivo oltre 10 anni 0,44% 1,04% 1,09
Pensione Dinamico 0-7 anni 0,98% 2,20% 1,50
Pensione Dinamico 7-20 anni 1,21% 3,53% 1,32
Pensione Dinamico oltre 20 anni 1,35% 3,59% 1,21
Pensione Difensivo 0-7 anni 0,84% 1,67% 1,62
Pensione Difensivo 7-20 anni 1,08% 3,0% 1,43
Pensione Difensivo oltre 20 anni 1,21% 3,53% 1,32
Figli Accumulo 0-5 anni 0,88% 2,22% 1,55
Figli Accumulo 5-10 anni 1,00% 2,97% 1,46
Figli Accumulo oltre 10 anni 1,27% 4,04% 1,41
Figli Reddito 0-5 anni -0,14% 1,26% 1,43
Figli Reddito 5-10 anni -0,03% 1,84% 1,45
Figli Reddito oltre 10 anni 0,20% 2,65% 1,39


*Sortino Ratio da avvio

 

 



1 – Come un coronavirus può contagiare l’economia e i mercati
2 – La vera Brexit s’ha ancora da fare
3 – Perché è così importante diversificare il portafoglio?

Scritto da

Un cambio di rotta nella finanza personale. Con www.adviseonly.com in pochi click puoi realizzare un portafoglio di investimento. Accorciamo le distanze tra te ed i tuoi investimenti, rendendoti ad ogni passo più autonomo e consapevole.

Ultimi commenti
  • Avatar

    Buongiorno, un asset aggiornato per contrastare le turbolenze dei mercati…
    Grazie buon lavoro.

    • Daniele D'Avino

      Buongiorno,

      nei prossimi giorni verranno pubblicate sul nostro blog analisi e approfondimenti sul caso, grazie.

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.